controlli nas

Nelle prime ore della mattinata, i Carabinieri del NAS di Cremona hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari - emessa dal G.I.P. del Tribunale di Mantova - nei confronti di un ottantenne, legale rappresentante di una casa di riposo per anziani/ Residenza Sanitaria Assistenziale (già sottoposta a sequestro preventivo), priva di qualsiasi titolo autorizzativo.

Nel corso delle indagini,tra cui  i Carabinieri del Nucleo avevano accertato le carenze gestionali, strutturali e sanitarie della struttura, tra cui  servizi igienici inadeguati per  portatori di handicap, un numero elevato di letti nelle camere tali da rendere impossibile la movimentazione dei disabili,  materassi inadatti a prevenire eventuali lesioni da piaghe di decubito,   cateteri vescicali a permanenza applicati agli anziani con abbondante deposito di sedimento nel sistema di raccolta,  mancanza di personale specializzato, incompletezza della  documentazione clinica, nessuna tracciabilità delle prescrizioni terapeutiche nonchè utilizzo improprio di mezzi di contenzione fisica e farmaci .

Inoltre,  è emerso  che i pazienti – ospiti (totalmente o parzialmente non autosufficienti dal punto di vista motorio e cognitivo) affetti da gravi patologie, non erano  sottoposti alla dovuta assistenza e cura, anzi per alcuni di essi erano stati necessari immediati ricoveri ospedalieri per piaghe da decubito, lesioni da caduta accidentale e diffusa disidratazione.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 20 novembre 2013, ultimo aggiornamento 5 dicembre 2013