I Carabinieri del NAS di Treviso, nell’ambito di controlli tesi a monitorare la regolarità dei centri estetici, nelle ultime settimane hanno ispezionato 12 strutture - ubicate nelle province di Treviso, Venezia e Belluno - riscontrando irregolarità in 11 casi.

In particolare, i militari hanno proceduto al sequestro amministrativo sia di 7 attività  (di cui 5 gestite da cittadini cinesi) prive delle prescritte autorizzazioni e condotte da personale non abilitato, sia - presso altri 2 centri - di 4 locali abusivamente utilizzati come cabine estetiche e 5 apparecchiature “solarium” non autorizzate.

Inoltre, nel corso dei controlli i Carabinieri del NAS hanno sequestrato 13 vasche-acquario contenenti un totale di 1.400 piccoli pesci esotici della specie “Garra Rufa”, utilizzate in 3 strutture del veneziano - di cui 2 abusive - per il c.d. “fish pedicure”, pratica tradizionale dei paesi asiatici ma non compresa tra quelle ammesse nel territorio nazionale.

Complessivamente, ai contravventori sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare di oltre 14mila euro.

Il valore delle attività sequestrate è pari a circa 1milione e 500mila euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 5 settembre 2013, ultimo aggiornamento 9 settembre 2013