Carabinieri Nas controlli animali

Nel primo semestre dell’anno, i Carabinieri del N.A.S. di Treviso - nell’ambito dei controlli finalizzati alla verifica del benessere animale - hanno ispezionato 62 attività dislocate nelle province di Treviso, Venezia e Belluno,  riscontrando irregolarità in 19 casi e sequestrando strutture ed animali per un valore di circa 1milione e 400mila euro.

Per gli animali d’affezione, i militari hanno accertato l’abusiva attivazione di 2 canili e di un centro di addestramento gestito da un’associazione sportiva nonché proceduto al sequestro amministrativo delle strutture e di 64 cani (varie razze) 12 dei quali -  presso un allevamento amatoriale - non sottoposti a vaccinazione antirabbica.

Invece, in 15 allevamenti di animali da reddito (bovini, ovicaprini, suini e avicoli) i Carabinieri del NAS hanno sequestrato alcuni locali abusivamente adibiti a stalle, alla conservazione di liquido seminale suino, alla lavorazione di carni nonché 2 locali di mungitura e 2 depositi di latte crudo per precarie condizioni igienico - sanitarie.

Nell’ambito delle ispezioni, i militari hanno proceduto anche al sequestro di 93 bovini (di cui 45 vitelli) stallati in carenti condizioni di benessere ed in box non idonei, altri 44 privi di marche auricolari, 320 ovini e 7 suini non assunti in carico sul prescritto registro aziendale nonché 73 tra anatidi, ovicaprini e maiali di ignota provenienza.

Inoltre, in uno degli allevamenti situato nella provincia di Treviso, il NAS ha proceduto al sequestro penale di un “Pony” detenuto in condizioni assolutamente incompatibili con la propria natura ed alla denuncia - per maltrattamento di animali - del proprietario.

Il cavallino, di circa 14 anni, è stato rinvenuto – dai militari - legato ad un albero sotto il sole, in grave stato di denutrizione per mancanza di foraggio e di acqua, con piaghe diffuse e lesioni da parassiti in varie parti del corpo e perduranti già da diverso tempo. Sottoposto – da personale del Servizio Veterinario dell’AULSS - ad immediato trattamento farmacologico, il pony è stato trasportato - con ambulanza veterinaria - in uno stallo per equidi (ove è tuttora in custodia giudiziaria) per essere accudito e curato da  medici veterinari volontari.

Inoltre, nel medesimo allevamento, sono stati sequestrati amministrativamente altri 20 equini (5 pony e 15 asini) poiché risultati in parte privi di idoneo dispositivo di identificazione ed in parte mai denunciati alla competente anagrafe.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 1 agosto 2013, ultimo aggiornamento 5 settembre 2013