Carabinieri controllano dolci

Nell’ambito di una collaudata strategia, condivisa con il Ministero della Salute, anche quest’anno i Carabinieri dei NAS - in prossimità delle feste pasquali - hanno intensificato i controlli nel settore alimentare, con particolare riferimento al settore dolciario, al fine di tutelare la sicurezza degli alimenti e la salute dei consumatori.

Nel corso delle ispezioni svolte, i Carabinieri del NAS di Livorno hanno impedito la commercializzazione di prodotti tipici delle festività pasquali etichettati in maniera tale da frodare il consumatore.

L’ispezione eseguita presso un panificio della provincia di Pisa, ha consentito infatti di accertare che l’azienda aveva prodotto e distribuito centinaia di confezioni di “Schiacciate di Pasqua” (dolce toscano tipico di questo periodo) indicando nell’etichettatura la presenza - tra gli ingredienti - di “miele italiano”. In realtà i Carabinieri del Nucleo livornese hanno appurato che il dolce veniva preparato utilizzando miele originario della Bulgaria.

La fraudolenta indicazione apposta sulle confezioni consentiva all’azienda di attribuire un valore aggiunto alle “schiacciate”, con conseguente maggiorazione del prezzo di vendita al consumatore, che veniva ingannato sulla qualità di uno degli ingredienti del tipico prodotto.

I Carabinieri del NAS attivavano immediatamente ulteriori controlli, individuando i supermercati dove il prodotto era stato distribuito (tutti siti nella provincia pisana). Le attività svolte hanno consentito di sequestrare - presso gli esercizi commerciali e l’azienda di produzione - 30 kg di miele e 434 confezioni di “Schiacciate di Pasqua”.

I due amministratori del panificio sono stati denunciati per frode nell’esercizio del commercio.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 2 aprile 2013, ultimo aggiornamento 8 aprile 2013