sequestro di uova da parte del NAS Carabinieri di Foggia

Tra le attività svolte dai Carabinieri dei NAS nel comparto agroalimentare, particolarmente importante sono i controlli nel settoredelle uova, alimenti che possono essere contaminati da microorganismi patogeni (il più noto dei quali è la salmonella) e nei quali possono essere presenti sostanze farmacologiche illecitamente utilizzate per l’allevamento delle galline (come, ad esempio, gli antibiotici). Per questo motivo, le attività connesse con tale produzione sono regolate da una serie di stringenti normative nazionali e comunitarie, che prevedono sia i requisiti necessari al rilascio delle autorizzazioni che le procedure di autocontrollo ed etichettatura che devono adottare le aziende

In tale settore, di particolare rilievo è l’attività svolta dal NAS di Foggia che, dopo il recente sequestro di quasi 80 mila uova irregolari ed illecitamente etichettate da uno stabilimento, ha individuato in quella provincia un altro capannone industriale, utilizzato per lo stoccaggio e l’imballaggio di uova, del tutto sconosciuto alle autorità di controllo.

Nel corso dell’ispezione igienico sanitaria, svolta con la collaborazione di personale della locale Azienda Sanitaria Provinciale, i militari del Nucleo pugliese accertavano l’assoluta abusività della struttura, priva di qualsivoglia provvedimento autorizzativo, e l’inadeguatezza dell’attività svolta dalla stessa, che non disponeva neanche dei sistemi di autocontrollo e di rintracciabilità del prodotto. Dagli accertamenti, tuttora in corso, non era possibile infatti risalire alla provenienza delle uova che, una volta etichettate con date ed informazioni di fantasia, sarebbero state distribuite ad esercizi commerciali e mercati rionali della provincia foggiana per la vendita al consumatore.

L’attività ha consentito di sottrarre alla distribuzione oltre 26 mila uova, prive di marchiatura identificativa, che – attesa l’ignota origine - sono state ritenute pericolose per la salute pubblica e sottoposte ad immediata distruzione. Sequestrati inoltre quasi 8 mila imballaggi ed un’attrezzatura utilizzata per il confezionamento delle uova e l’applicazione dei falsi dati di commercializzazione, mentre a carico della struttura è stato adottato un provvedimento di chiusura immediata.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 23 luglio 2012, ultimo aggiornamento 16 gennaio 2013