Il NAS Carabinieri di Ancona ha posto sotto sequestro beni immobili per un valore di quasi 5 milioni di euro, nell’ambito dell’operazione denominata “Vecchio Metauro”.

L’indagine svolta dai Carabinieri del Nucleo marchigiano fece venire alla luce, nell’agosto del 2011, un giro di sostanze anabolizzanti (anche ad azione stupefacente) gestito da un noto trafficante della provincia di Pesaro Urbino, che risultava disoccupato e che acquistava i farmaci presso mercati paralleli esteri e li importava in Italia, riconfezionandoli (in un laboratorio clandestino appositamente approntato) e distribuendoli a livello nazionale nel settore delle palestre e delle attività sportive amatoriali.
Un blitz effettuato dai militari del NAS di Ancona presso il laboratorio consentì di trarlo in arresto, in flagranza di reato, e di sequestrare 95.000 tra fiale e compresse di farmaci dopanti e steroidi androgeni, anche ad azione stupefacente (per un valore di 1 milione di euro circa), nonché la struttura, un automezzo e materiale per la preparazione ed il confezionamento dei medicinali. I successivi accertamenti hanno permesso di individuare altri 7 tra commercianti e soggetti orbitanti nel mondo delle palestre, di diverse regioni, denunciati per ricettazione e commercio di anabolizzanti e di medicinali illeciti e pericolosi per la salute.

In questi giorni, a conclusione dell’indagine, i Carabinieri del NAS di Ancona, con la collaborazione del Nucleo di Viterbo, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” emesso dal GIP del Tribunale di Pesaro a carico del trafficante; in particolare sono stati vincolati:

  • una villa con parco privato, ubicata in Fano (PU) di fronte al mare, del valore di 900 mila euro;
  • una villetta a schiera, sita in Serrungarina (PU), del valore di 300 mila euro;
  • una villa su due livelli con annessi corte, parco esclusivo, piscina e dependance privata, ubicata in Fano (PU), del valore di 3 milioni di euro;
  • un appartamento sito in Arlena di Castro (VT) del valore di 250 mila euro;
  • cinque garage ed un terreno, siti in provincia di Pesaro e Urbino, del valore totale di 480 mila euro.

Tali beni, di proprietà del trafficante e dei suoi familiari, sono stati individuati quali frutto del proventi illeciti ottenuti con il commercio di sostanze anabolizzanti.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 1 marzo 2012, ultimo aggiornamento 16 gennaio 2013