Nell’ambito dell’attività investigativa volta a contrastare l’illecito commercio di farmaci ad azione anabolizzante, i Carabinieri del NAS di Genova hanno sottoposto agli arresti domiciliari tre cittadini genovesi ed hanno eseguito 30 perquisizioni.

Le indagini condotte dai militari del NAS, iniziate nell’estate del 2010 e coordinate dalle Procure di Genova e Savona, hanno permesso di smantellare due distinte organizzazioni criminali dedite al traffico di farmaci anabolizzanti e stupefacenti, prodotti sia nell’est europeo sia nei paesi asiatici, che agivano in contrapposizione tra loro nel capoluogo ligure e nel savonese.

I farmaci provenienti dall’Est europeo venivano importati illecitamente dalla Polonia, e grazie alla complicità di una cittadina polacca introdotti illegalmente a Genova e riversati sul mercato nero, mentre i medicinali provenienti dai paesi asiatici giungevano a Savona tramite un canale greco.

L’attività odierna rientra nell’operazione denominata “Papera e Healt Hazzard” che ha portato alla disarticolazione delle due organizzazioni criminali contrapposte, il cui giro d’affari è stato stimato in 100.000 euro annui, ed ha già visto l’esecuzione di 6 arresti in flagranza, 5 misure cautelari ed il deferimento in stato di libertà di diverse persone. Complessivamente durante l’intera attività investigativa sono stati rinvenuti e sequestrati farmaci ad azione anabolizzante e stupefacente per un valore di circa 70.000 euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 15 febbraio 2012, ultimo aggiornamento 15 gennaio 2013