Il NAS Carabinieri di Alessandria, nell’ambito di verifiche effettuate sul commercio di cosmetici ed integratori alimentari di produzione artigianale, ha svolto ispezioni presso alcune attività di produzione dell’alessandrino.

Nel corso di uno di tali controlli, è stato accertato che un’azienda produceva cosmetici, all’interno di locali non autorizzati ed in precarie condizioni igienico-sanitarie (assenza di pavimentazione, pareti in cemento grezzo non lavabile, mancanza idonea soffittatura, presenza di polvere e sporco di via natura diffusi), utilizzando inoltre materie prime scadute di validità (alcune anche da 8 anni). Tali irregolarità, oltre a comportare violazioni alla normativa sui prodotti cosmetici, potrebbero causare danni alla salute dei consumatori, quali dermatiti da contatto e reazioni allergiche, in particolare nel caso di utilizzo di materie prime di scarsa qualità e/o scadute.

Nel corso dell’attività i Carabinieri del Nucleo piemontese hanno proceduto al sequestro dello stabilimento di produzione (di circa 120 mq) e dei macchinari utilizzati per la produzione, nonché di 400 kg tra materie prime (essenze, oli, etc.) e prodotti finiti (tubetti di creme in gel per la cute), il tutto per un valore di oltre 150.000 euro.

L’imprenditore, unitamente al direttore tecnico dello stabilimento, è stato deferito alle Autorità Amministrative e Sanitarie per le violazioni riscontrate, che comportano sanzioni amministrative sino a 3mila euro; le materie prime ed i cosmetici sequestrati verranno verosimilmente distrutti.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 13 febbraio 2012, ultimo aggiornamento 15 gennaio 2013