Controlli dei NAS negli ospedali

I Carabinieri del NAS di Sassari, a conclusione di una complessa indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nuoro - Dr. Luca Forteleoni - hanno denunciato 5 dirigenti medici dipendenti della ASL n. 3 di Nuoro - Servizio di Emergenza Territoriale - per i reati di truffa aggravata e falso.

I sanitari, infatti, avevano attestato, nei prospetti dei “turni di servizio”, di aver fatto uso della propria autovettura per recarsi dalla residenza al posto di lavoro e viceversa, ottenendo così dall’Azienda Sanitaria il rimborso delle spese sostenute per il carburante teoricamente utilizzato. Gli accertamenti effettuati dal Nucleo sardo hanno consentito di verificare che, in realtà, i dirigenti medici avevano acquisito residenze fittizie poste a grande distanza dalla struttura sanitaria ove operavano, che veniva invece raggiunta partendo dai propri effettivi domicili ubicati nelle vicinanze.

Ad uno dei medici è stato anche contestato di aver esercitato, per diversi anni, attività professionale al di fuori del Servizio Sanitario Nazionale in violazione delle leggi che prevedono l’esclusività dell’incarico, inducendo in ulteriore errore l’Azienda Sanitaria di appartenenza.

L’ammontare complessivo dei rimborsi ottenuti illecitamente negli ultimi 3 anni è stato valutato in 140 mila euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 12 gennaio 2012, ultimo aggiornamento 16 gennaio 2013