Un CC del NAS controlla una ricetta medica

Nei giorni scorsi, in Torino e Pistoia, i Carabinieri del NAS di Firenze, in collaborazione con militari del NAS di Torino e dei rispettivi Comandi Provinciali, a conclusione di un’attività d’indagine finalizzata al contrasto dell’illegale prescrizione di preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti sostanze vietate – coordinata dalla Procurat della Repubblica di Pistoia – hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari e due di obbligo quotidiano di presentazione alla p.g., emesse dal GIP del Tribunale di Pistoia,  nei confronti rispettivamente di un medico e di due farmaciste.
L’attività d’indagine è stata avviata nel mese di gennaio 2019, allorquando nel corso di una verifica ispettiva di una farmacia sita in Pistoia, i militari del NAS sequestravano centinaia di ricette contenenti prescrizioni di farmaci il cui utilizzo è vietato per scopi dimagranti, tutte a firma di un medico torinese specializzato in Scienza dell’Alimentazione – Indirizzo Dietologico e Dietoterapico, con studi medici in Torino e Pistoia.
Proprio la specifica specializzazione del medico induceva i militari a svolgere un approfondimento investigativo, che consentiva di appurare che il professionista, nel periodo 2017/2018, aveva compilato, in favore di pazienti che si erano a lui rivolti per perdere peso, centinaia di ricette contenenti prescrizioni di diverse tipologie di farmaci (preparazioni magistrali in capsule da allestire in farmacia), anche ad azione stupefacente e/o psicotropa, da assumere per via orale in associazione tra loro, il cui utilizzo è vietato per scopi dimagranti, attestando falsamente sulle ricette che i medicinali venivano prescritti per la cura di patologie per i quali erano stati approvati [trattamenti di disturbi depressivi, ansia].
Nell’inchiesta sono coinvolte anche la titolare ed una dipendente di una farmacia di Pistoia, ubicata tra l’altro a pochi metri dallo studio medico, le quali, pur consapevoli che le prescrizioni mediche rilasciate dal medico attestavano falsi stati patologici, allestivano ugualmente le preparazioni magistrali contenenti ansiolitici, antidepressivi e ormoni tiroidei, anche ad azione stupefacente, in favore delle decine di persone che nei giorni in cui il medico esercitava nello studio adiacente, e anche su indicazione dello stesso, si presentavano in farmacia.
La specifica attività si inquadra nel piano dei controlli che i Carabinieri del Comando CC per la Tutela della Salute, di concerto con il Ministero della Salute, eseguono presso gli studi medici e le farmacie al fine di verificare il rispetto dei divieti e delle limitazioni imposte dalla normativa di settore, a tutela della salute pubblica.

 

 

 

 

 


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 19 novembre 2019, ultimo aggiornamento 19 novembre 2019