Due CC del NAS intenti in un controllo

Operativa Complessa Servizio per la Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro – e all’ARPA Lazio – Dipartimento Pressioni sull’Ambiente - . L’ispezione ha riguardato un polo industriale per la produzione di cosmetici sito nella regione Lazio.

Al termine degli accertamenti gli operatori hanno deferito il rappresentante legale dello stabilimento per aver:

  • effettuato produzioni industriali su larga scala di prodotti cosmetici, in carenza della prescritta autorizzazione allo scarico e/o all’immissione di acque reflue industriali nelle pubbliche fognature;
  • omesso di richiedere la prescritta autorizzazione alle emissioni in atmosfera;
  • fabbricato e messo in commercio prodotti cosmetici di vario genere detenendo ingenti quantitativi di materie prime scadute di validita’.

I Carabinieri, inoltre, hanno sequestreato penalmente:

  • l’impianto di depurazione installato all’interno dell’area industriale con annesse vasche di accumulo, pozzetti di ispezione, griglie di raccolta e quadro elettrico di comando;
  • 172 taniche  contenenti materie prime e impiegate per la fabbricazione dei prodotti cosmetici, scadute di validità per un totale di circa 2 tonnellate.
  • l’impianto di aspirazione, ed impianto filtrante a carboni attivi, non opportunamente convogliato in atmosfera;

Il valore complessivo del provvedimento è di due milioni di euro.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 5 agosto 2019, ultimo aggiornamento 5 agosto 2019