carabinieri del NAS intenti in un controllo ad uno studio medico

Il NAS di Cosenza, a seguito di un'attività ispettiva presso uno studio di medicina generale in una località del cosentino, ha scoperto che un medico di medicina generale si faceva sostituire da altro medico pensionato ed invalido al 100%, evitando di retribuirlo alle tariffe di legge. Ma le sostituzioni avvenivano in orari arbitrari e le visite ai pazienti eseguite nel salotto della propria abitazione, privo quindi di requisiti strutturali e con grave danno agli assistiti. Ambedue i professionisti sono stati deferiti all'A.G. per abuso d'uffico e interruzione di pubblico servizio.
Il NAS di Livorno ha invece scoperto un "medico di famiglia" reo di aver iperprescritto, dal 2010 al 2014, farmaci come inibitori di pompa, antidepressivi e antibiotici iniettabili provocando un danno erariale, stimato in quasi 500mila euro, all'ex Azienda USL di Massa. Il comportamento del professionista è stato segnalato alla Procura Regionale della Corte dei Conti per la Toscana.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 21 giugno 2019, ultimo aggiornamento 21 giugno 2019