Due CC del NAS ispezionano un sito produttivo

Il N.A.S. di Torino nel corso dei controlli sulla produzione del riso, presso un’azienda agricola, sita nella provincia di Vercelli, ha sequestrato quasi 220 tonnellate di risone contenuto all’interno di due silos. Nel corso dell’accertamento i militari hanno rinvenuto un topo morto e diverse deiezioni di roditore, piume di uccelli e ragnatele. Il titolare dell’azienda è stato sanzionato per la violazione dei requisiti in materia di igiene per la produzione primaria con una sanzione prevista di 1000 euro.

Il N.A.S. di Potenza, a seguito di una ispezione all’interno di una azienda ortofrutticola sita nella provincia lucana, ha riscontrato gravi carenze igienico sanitarie e l’attivazione di un locale deposito alimenti non comunicato alle autorità competenti. A quel punto i militari hanno richiesto l’intervento del dirigente medico del SIAN (Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione) della locale Asl, che ha disposto l’immediata sospensione dell’attività ed il divieto di commercializzare 350 kg. di legumi. Sono stati inoltre sequestrati 300 litri di olio extra vergine di oliva in quanto sprovvisti di documentazione relativo all’acquisto e poiché contenuti in confezioni riportante doppia data di scadenza. Il valore dell’azienda sospesa ammonta a 200 mila euro con all’interno 6mila euro circa di alimenti.

 

 

 

 


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 24 maggio 2019, ultimo aggiornamento 24 maggio 2019