due ispettori NAS mentre si avviano ad eseguire un controllo

L'attenzione dei NAS per la tutela delle fasce deboli della popolazione rimane sempre alta, in particolare in questi giorni di festività che anzi registrano un incremento dei controlli presso le strutture ricettive per anziani.
Il NAS di Viterbo ha effettuato una ispezione presso una comunità alloggio per anziani della provincia di Rieti accertando la presenza di ospiti in numero superiore rispetto a quello autorizzato, nonché gravi e reiterate violazioni sui requisiti organizzativi e funzionali della struttura. Interessato prontamente dai militari operanti, il Comune competente ha disposto l'immediata chiusura della comunità alloggio ed il trasferimento degli anziani ospiti presso altre idonee strutture.
Il NAS di Salerno, a conclusione di mirati accertamenti, ha deferito alla competente Autorità Giudiziaria due soggetti responsabili di una casa per anziani della provincia di Salerno poiché avevano attivato la struttura in assenza di autorizzazione e dei requisiti funzionali, assistenziali, antincendio e di sicurezza, determinando uno stato di abbandono e pericolo per l'incolumità e la salute degli ospiti.
Il NAS di Alessandria, a seguito di ispezione in una casa di riposo in una località dell'Alessandrino, ha deferito alla locale Procura della Repubblica il titolare e due infermieri professionali responsabili di aver detenuto farmaci scaduti di validità, somministrati agli anziani senza attuare una preventiva verifica. Nel corso dell'attività ispettiva sono, inoltre, emerse carenze igienico-sanitarie (muffe sulle pareti e soffitti, cadute d'intonaco) tali da non offrire garanzie di salubrità. Tali condizioni sono state immediatamente segnalate all'Autorità Sanitaria per i provvedimenti d'urgenza.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 7 gennaio 2019, ultimo aggiornamento 7 gennaio 2019