Carabinieri del NAS controllano i prodotti utilizzati da un tatuatore

Il Sindaco di un comune emiliano, a seguito di una richiesta avanzata da parte del NAS Carabinieri di Parma, ha disposto la sospensione di un centro estetico per la realizzazione di tatuaggi e l’applicazione di piercing.
La segnalazione scaturisce da un’ispezione effettuata nei giorni scorsi, durante la quale i militari del NAS avevano accertato che l’esercizio presentava gravi criticità, sia igienico-sanitarie che strutturali, caratterizzate, in particolare, dalla presenza di sporco diffuso, significative scrostrature degli intonaci e infiltrazioni di umidità.
Il valore del provvedimento di sospensione ammonta a circa 150.000 euro.

 

 

 

 

 

 


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 20 novembre 2018, ultimo aggiornamento 20 novembre 2018