un carabiniere del nas mentre esegue una ispezione ad uno studio medico

I Carabinieri del NAS di Torino, in collaborazione con il personale della Sezione di P.G. presso la Procura della Repubblica di Verbania, hanno deferito una persona in stato di libertà con l'accusa di aver aperto un centro medico senza la prescritta autorizzazione comunale. Nel corso delle indagini i militari hanno eseguito un decreto di perquisizione domiciliare emesso dall'Autorità Giudiziaria, accertando che l'apertura del centro odontoiatrico di cui è titolare l'indagato non era mai stata autorizzata. La struttura, unitamente a numerosi documenti e valori in assegni per un valore totale di 100.000 euro, è stata sottoposta a sequestro.
Il NAS di Latina, a conclusione di una complessa attività d'indagine effettuata unitamente ai Carabinieri del Nucleo CC Aifa con il supporto del personale dell'agenzia italiana del farmaco (AIFA), ha denunciato il titolare di un'officina farmaceutica sita in provincia di Frosinone. Nel particolare gli investigatori hanno appurato che l'indagato aveva prodotto farmaci destinati al mercato extra comunitario in assenza dell'autorizzazione da parte dell'AIFA nonché in mancanza di un sistema di qualità controllato ed assicurato.
Nell'ambito degli accertamenti sono stati sequestrati 47.941 flaconi di farmaco nonché 68 tonnellate del principio attivo utilizzato quale coadiuvante delle cure oncologiche, per un valore totale di euro 300.000.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 16 ottobre 2018, ultimo aggiornamento 16 ottobre 2018