Un Carabiniere del NAS impegnato in un controllo

Il NAS di Catania ha deferito all’Autorità Giudiziaria la titolare di una comunità alloggio per anziani. L’indagata è accusata di omessa comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza delle generalità delle persone alloggiate. Nel corso degli accertamenti presso la struttura, inoltre, i Carabinieri hanno riscontrato che la stessa era priva dell’autorizzazione comunale e carente dal punto di vista igienico-sanitario.
Le autorità, informate delle violazioni, hanno disposto l’immediata chiusura della comunità, dal valore di circa 300.000 euro.

La Commissione di Vigilanza dell’ASL CN2, a seguito di una segnalazione da parte dei Carabinieri del NAS di Alessandria, ha disposto vari provvedimenti nei confronti di una casa di riposo per anziani sita in provincia di Cuneo, inadeguata sotto il profilo delle destinazioni d’uso dei locali, del numero dei pazienti accolti e nei titoli del personale operante.

I Carabinieri di Bologna hanno deferito in stato di libertà il titolare di un centro socio-assistenziale per anziani per aver detenuto 11 confezioni di farmaci scaduti da destinare per la somministrazione agli ospiti della struttura.
Nel corso degli accertamenti i militari hanno inoltre rinvenuto e sottoposto a sequestro amministrativo 50 kg di alimenti, privi di qualunque forma di tracciabilità ed alcuni recanti data di scadenza superata di validità.
Il dipartimento di Sanità pubblica dell’Azienda USL di Bologna è stato informato delle violazioni per l’emissione di provvedimenti prescrittivi e di sospensione dell’attività.


Vai all'archivio completo delle NASnotizie

Guarda tutti i video dei NAS su Youtube

Data di pubblicazione: 4 settembre 2018, ultimo aggiornamento 4 settembre 2018