Il Ministero della salute ha fatto il punto della situazione in merito al focolaio di meningite a bordo della nave da crociera della MSC.

Domenica 7 ottobre, alle 19,55 Il Ministero ha avvisato il Focal Point francese per il regolamento sanitario internazionale della situazione a bordo della nave MSC Orchestra, dove sono stati riscontrati quattro casi di meningite meningococcica. Le autorità sanitarie dei due Paesi sono in continuo contatto. I casi della malattia sono stati segnalati dalla nave intorno alle 16 dall’Ufficio di Sanità Marittima e Aerea (USMAF) di Livorno.

Un medico dell’USMAF è intervenuto sulla nave da crociera, dopo la segnalazione di malore in due casi di marittimi, che sono stati sbarcati immediatamente e ricoverati presso l’Ospedale di Livorno. L’USMAF ha quindi dato indicazioni per l’isolamento e la profilassi, previsti in questi casi, delle persone a contatto con i due marittimi, e la profilassi per tutti i passeggeri non imbarcati lo stesso giorno a Livorno e ancora a bordo della nave e per tutti i membri dell’equipaggio.

I farmaci per la profilassi (2.800 dosi) sono stati  reperiti prontamente e somministrati dalla ASL competente per il territorio. Si tratta di rifampicina e di ciprofloxacina. L’USMAF ha disposto inoltre la sorveglianza sanitaria per sette giorni per tutto il personale e i passeggeri, invitando la MSC a contattare i passeggeri sbarcati negli ultimi sette giorni, a Catania e a Napoli, per sottoporsi alla medesima profilassi. Altri due marittimi che accusavano sintomatologia simile ai primi due, venivano sbarcati e ricoverati in giornata. L’USMAF di Livorno ha avvertito dell’episodio gli USMAF di Catania e di Napoli,  porti dei quali la nave aveva fatto tappa nei giorni precedenti.

Lunedì 8 ottobre, i 4 casi di meningite meningococcica sono stati confermati e per due di essi è sicuramente coinvolto il sierotipo C. Sono stati riscontrati in personale di bordo che svolgeva attività di cucina e che, dunque, non dovrebbero avere avuto contatti continuativi e ravvicinati con i passeggeri. Tuttavia, non potendo escludere una particolare aggressività dell’agente patogeno che ha causato il focolaio epidemico sulla nave, il Ministero della Salute ha informato tutte le Regioni  circa l’eventualità che i passeggeri sbarcati in Italia dalla MSC Orchestra, allertati dalla Compagnia navale, possano rivolgersi ai Dipartimenti di Prevenzione delle Asl o al proprio medico curante per la valutazione del trattamento di profilassi indicato.

Gli uffici del Ministero hanno contattato le autorità sanitarie internazionali, per le misure di sorveglianza previste dal caso.

Nel 2011 in Italia sono stati riportati 152 casi di meningite da meningococco. L’incidenza della malattia meningococcica è in Italia tra le più basse d’Europa. L’Irlanda risulta il Paese a più alta incidenza e Cipro il Paese a più bassa incidenza. In Italia è di largo uso un vaccino coniugato pediatrico contro il meningococco C. 

Consulta la scheda informativa sulla meningite nell'area malattie infettive del portale ministeriale.

Data di pubblicazione: 8 ottobre 2012, ultimo aggiornamento 8 maggio 2013

Documentazione

Opuscoli e Poster