L'Agenzia Italiana del Farmaco nella nota del 18 ottobre 2012 ha comunicato che, nell’interesse della salute del paziente e nel senso di collaborazione istituzionale con le Regioni, in relazione alla raccomandazione del 17 settembre u.s. sull’inserimento nella lista di trasparenza di specialità medicinali contenenti Levetiracetam e Topiramato, ha convocato in seduta del Comitato Prezzi e Rimborso (CPR) le aziende farmaceutiche produttrici delle due molecole, UCB e Janssen-Cilag, rispettivamente.

L’Agenzia ritiene di dover sottolineare l’atteggiamento differente delle due Aziende. Mentre, infatti, l’UCB che aveva già ridotto volontariamente il prezzo della specialità medicinale Keppra del 40% in data 08 ottobre u.s. ha avuto un atteggiamento collaborativo mostrando di aver compreso l’esigenza dei pazienti e del SSN e ripromettendosi di valutare l’ipotesi di un ulteriore sconto sino ad approssimare il prezzo del farmaco equivalente, la Janssen-Cilag ha rifiutato l’invito a considerare una riduzione del costo del Topamax. Questo atteggiamento è risultato sorprendente anche considerando che in Germania il prezzo di questa specialità medicinale è allineato a quello del generico.

 

Data di pubblicazione: 19 ottobre 2012, ultimo aggiornamento 14 gennaio 2013