immagine con numero 1500

In questi giorni il territorio nazionale è interessato da condizioni di alta pressione che determinano temperature elevate ed ovunque decisamente superiori alla media del periodo. L'innalzamento delle temperature al di sopra della media stagionale può rappresentare un rischio per la salute della popolazione più vulnerabile - anziani di età superiore a 75 anni, malati cronici, bambini piccoli (0-4 anni), donne in gravidanza e lavoratori all'aperto (agricoltori, edili, asfaltatori, addetti alla pesca ecc).

Il 28 giugno, il Sistema nazionale di allerta del Ministero della Salute segnala situazioni di emergenza per ondata di calore (bollino rosso) in 16 città con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio. La situazione migliora nel week end ma restano numerose città con alti livelli rischio.

Circolare del Ministero

In relazione a tale evidenza il Ministero con la circolare 25 giugno 2019 ha invitato le autorità competenti a voler adottare ogni opportuna iniziativa, utile a prevenire e fronteggiare gli effetti sulla salute delle ondate di calore ed in particolare, di attivare tempestivamente i protocolli operativi locali di emergenza, redatti sulla base delle linee di indirizzo ministeriali disponibili al link www.salute.gov.it/caldo, intensificando la sorveglianza e l'assistenza alle persone più fragili (persone anziane, con patologie croniche, non autosufficienti o di basso livello socio-economico, socialmente isolate, ecc). In tal senso, un ruolo fondamentale è svolto - oltre che dai servizi sanitari delle ASL e dai servizi sociali dei Comuni - dai Medici di medicina generale.

Sito internet e App

Con l'occasione, si ricorda che sul sito www.salute.gov.it/caldo sono disponibili:

  • Informazioni sui bollettini giornalieri del Sistema nazionale di previsione e allerta per ondate di calore;
  • Iniziative locali, informazioni rivolte ai cittadini e agli operatori e documenti tecnici utili a migliorare le conoscenze sui rischi del caldo e sulle misure da adottare per prevenirli; numeri verdi utili e servizi dedicati attivati sul territorio da ASL e Comuni nell'estate 2019;
  • Raccomandazioni e materiale informativo, rivolto alla popolazione generale, ai Medici di medicina generale, agli operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani e alle badanti (in sei lingue), ai lavoratori outdoor, alle donne in gravidanza e per proteggere la salute dei bambini più piccoli.

Tutte le informazioni e la documentazione sopra elencate sono disponibili anche sull'APP "Caldo e salute" (online per dispositivi Android su Play Google e per iOS su App Store).

Numero di pubblica utilità 1500

L'attività del servizio 1500 dal giorno 29 giugno è stata estesa dal ministro della Salute Giulia Grillo alla tematica delle ondate di calore per consentire ai cittadini di ricevere informazioni su come affrontare il caldo e per fornire indicazioni utili sui servizi socio sanitari presenti sul territorio nazionale.

Il servizio, attivo dalle ore 10 alle ore 16 dal lunedi al venerdi e i festivi nel caso in cui il livello di allerta per ondate di calore presenti elevato rischio per la salute del cittadino, offre informazioni:

  • sui bollettini giornalieri del Sistema nazionale di previsione e allerta per le ondate di calore
  • sulle misure da adottare per prevenire i rischi per la salute legati al caldo
  • sui servizi dedicati attivati sul territorio da ASL e Comuni nell'estate 2019
  • raccomandazioni  per la popolazione, per i Medici di medicina generale, per gli operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani, per le badanti, per i lavoratori outdoor, per le donne in gravidanza e per proteggere la salute dei bambini più piccoli.  

Consulta le notizie di Ondate di calore

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Ondate di calore

Data di pubblicazione: 27 giugno 2019, ultimo aggiornamento 12 luglio 2019