Ministro Grillo insieme ai Carabinieri in aula

"Un grande augurio ai marescialli dell’Arma dei Carabinieri che da oggi inizieranno il corso in 'Tutela della salute pubblica’, giunto alla terza edizione. Nell'augurarvi buono studio e buona fortuna, vi ringrazio nuovamente per l’impegno e la dedizione che ponete ogni giorno per tutelare tutti noi cittadini e nel difendere il bene primario della salute".

Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, intervenendo alla presentazione della terza edizione del corso di formazione di livello universitario riservato ai marescialli dell'Arma dei Carabinieri, che si è tenuta il 28 gennaio presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata". Presenti alla cerimonia anche il rettore dell'ateneo Giuseppe Novelli, il generale Giovanni Nistri, comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, il generale Adelmo Lusi, comandante dei Nas e la prof.ssa Silvia Licoccia, delegato alla Ricerca Scientifica di ateneo dell'Università "Tor Vergata" e coordinatrice del corso. 

Il corso in "Tutela della salute pubblica", promosso dall’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" e dal ministero della Salute, è riservato a 60 marescialli dell'Arma dei Carabinieri e prevede oltre 300 ore di lezione, 10 insegnamenti, 6 mesi di tirocinio e un denso programma di studi articolato in 3 fasi. Al termine del percorso formativo, gli allievi conseguiranno il titolo per essere immessi nella specialità dei NAS.

"In mezzo secolo di storia il Comando dei Nas ha saputo con competenza e professionalità assolvere al compito di tutelare la salute dei cittadini. L'opera di vigilanza e controllo ricopre un ruolo fondamentale anche dal punto di vista economico, grazie alle attività di contrasto al commercio di alimenti contraffatti, uno tra i business criminali più remunerativi - ha detto il ministro Grillo - Il grande valore dell'operato del Comando si esplica anche nella tutela alle categorie più deboli, con la lotta, ad esempio, alle smart drugs che i nostri giovani oggi possono facilmente reperire online. La tempestività degli interventi, la disponibilità h24, l'approccio sinergico e multidisciplinare portano il Comando dei Nas, il ministero della Salute e le altre istituzioni  in prima linea nella lotta a frode e illeciti".

Guarda la fotogallery.

Data di pubblicazione: 28 gennaio 2019, ultimo aggiornamento 28 gennaio 2019