logo dell'OIE

L’Italia ospiterà a settembre 2020 a Catania la prossima Conferenza della Commissione Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Salute Animale (OIE). La candidatura è stata accolta per acclamazione nel corso della 28esima Conferenza che si è chiusa oggi a Tbilisi, in Georgia.

Sono entusiasta di questo risultato che rappresenta un riconoscimento internazionale della sanità pubblica veterinaria, da sempre integrata nel Servizio sanitario nazionale, con la profonda convinzione che la salute umana e animale siano un unico patrimonio inscindibile. Non ci può essere infatti sicurezza alimentare e salute pubblica senza un elevato livello di salute animale. In un mondo globalizzato in cui le malattie animali non conoscono frontiere, e con una posizione geografica che ci obbliga ad essere in prima linea, l’Italia vuole dunque giocare un ruolo da protagonista. Inoltre non nascondo l’orgoglio tutto personale di poter ospitare i delegati di 53 Paesi della Regione Europa nella mia terra natale” – ha dichiarato il ministro della Salute, Giulia Grillo.

La Commissione regionale OIE per l’Europa ha inoltre approvato la candidatura del consorzio tra Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle d’Aosta e l’Università Las Palmas de Gran Canarias come Centro di Collaborazione.

Consulta le notizie di Sanità animale

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Sanità animale

Data di pubblicazione: 24 settembre 2018, ultimo aggiornamento 24 settembre 2018