immagine bandiera europea

Tra il 22 e il 23 aprile scorso si è svolta la periodica riunione del Consiglio Informale dei Ministri della salute dell’UE, in programma nella città di Sofia, nell'ambito del semestre di presidenza bulgara dell’Unione.

I temi portanti dell’incontro sono stati la corretta alimentazione umana e l’accesso al mercato interno dei prodotti farmaceutici; le sfide che attendono l’UE in tali settori e le modalità per affrontarle hanno tenuto banco nelle discussioni delle autorità intervenute.

La questione di una corretta alimentazione dei ragazzi evidenzia problematiche collegate al futuro dell’Unione: la necessità di investire nelle nuove generazioni, il ruolo della Politica Agricola Comune nel perseguimento degli obiettivi di salute e le possibilità di armonizzazione degli scopi della ricerca con le concrete esigenze della politica sanitaria.

Come si evince dalle parole del Ministro bulgaro della Salute, Kiril Ananev: “La competitività europea e il futuro dipendono dall’investimento nelle giovani generazioni. La salute dei ragazzi va tutelata allo scopo di assicurare il successo di questo investimento. Un’alimentazione corretta e la disponibilità di cibi di elevata qualità sono prerequisiti importanti al fine di questo accadimento. In tal senso, l’ambiente gioca un ruolo decisivo nel successo di qualsiasi politica di prevenzione”.

Il dibattito sorto tra i Ministri ha messo in luce il ruolo fondamentale dell’ambiente e la fornitura di prodotti salutari, come fattore di più efficaci politiche di prevenzione delle malattie croniche. Si è discusso inoltre dell' opportunità di accrescere tali forniture, anche mediante una Politica Agricola Comune (P.A.C.) focalizzata su obiettivi sanitari. È stata enfatizzata l’importanza di pratiche produttive responsabili, anche in correlazione a processi di mercato indirizzati ai giovani, uno dei gruppi di consumatori più fragili.

Sempre a detta del Ministro “ si è avuta una feconda discussione sul futuro dell’assistenza sanitaria in UE. Tale tema sarà sviluppato durante la periodica riunione del Consiglio EPSCO, previsto il 22 giugno a Lussemburgo. Quale Presidenza del Consiglio dell’UE, la Bulgaria è convinta che l’Unione richieda una maggiore trasparenza sulle politiche che si adoperano a beneficio della popolazione. La politica sanitaria dovrebbe costituirne parte integrante”.

Un altro tema di proficuo dibattito ha riguardato i profili delle iniziative di politica farmaceutica che dovrebbero conformarsi alle competenze nazionali. I partecipanti hanno sottolineato l’esigenza di tutelare la fiducia dei pazienti e dei regolatori nella politica farmaceutica.

I Ministri hanno anche dibattuto questioni collegate all’efficacia e accessibilità dei medicinali, incluso i problemi dei pazienti causati da esportazioni parallele di prodotti farmaceutici. In questo ambito, si rivela di notevole importanza la cooperazione tra gli Stati Membri dell’UE.

Durante il Consiglio Informale, il Ministro della salute bulgaro ha tenuto un incontro bilaterale con una delegazione guidata dal Ministro federale tedesco, Jens Spahn: i due Ministri hanno trattato una varietà di temi cruciali sulla cooperazione multilaterale UE e bilaterale; si è discusso sia della proposta normativa per la valutazione delle tecnologie sanitarie, a fronte della quale la Germania si attesta in posizione negativa, sia della possibilità di uno scambio di esperti nel campo della politica farmaceutica; altri temi di dibattito hanno riguardato le possibilità di limitare le esportazioni parallele e altre questioni di natura finanziaria.

I Ministri hanno trovato varie affinità di vedute per strutturare una base di fruttuosa cooperazione nel futuro. Il Ministro Spahn ha espresso il suo sostegno alla buona organizzazione della presidenza bulgara, che ha rivendicato il supporto della controparte tedesca.

 

Consulta:

 

Consulta le notizie di Rapporti internazionali

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Rapporti internazionali

Data di pubblicazione: 21 maggio 2018, ultimo aggiornamento 23 maggio 2018