discipline sportive: calcio, atletica, basket e nuoto

Nel corso del primo semestre del 2017 la Sezione per la Vigilanza ed il controllo sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD) ha programmato controlli antidoping su 91 manifestazioni sportive: in queste, 83 controlli si sono svolti regolarmente (91,2%), mentre in 8 non sono stati portati a termine (8,8%).
Nel primo semestre 2017 non è stato predisposto alcun controllo fuori gara.

Anche nel corso del primo semestre del 2017 i controlli hanno riguardato sia le manifestazioni delle Federazioni Sportive Nazionali (FSN) e delle Discipline Sportive Associate (DSA), che quelle degli Enti di Promozione Sportiva (EPS).

Nel corso di questi eventi sono stati sottoposti a controllo antidoping 429 atleti, di cui 278 maschi (64,8%) e 151 femmine (35,2%) con un età media di 27,9 anni (29,2 i maschi e 25,4 le femmine).
Su specifica richiesta dei NAS sono stati sottoposti a controllo 172 atleti (133 maschi e 39 femmine), cioè il 40,1% del totale degli atleti esaminati in 28 differenti eventi sportivi.

Gli eventi sportivi maggiormente controllati sono state le gare di calcio (17,1%), di pallacanestro (13,4%) e di atletica leggera e nuoto (12,2%). I controlli predisposti dai NAS si sono concentrati maggiormente in manifestazioni sportive quali il ciclismo e l’atletica (8 eventi per ciascuno sport).

La SVD ha effettuato controlli antidoping anche in alcune discipline sportive scarsamente monitorate negli anni precedenti. Si tratta di una gara di powerlifting organizzata dall’ AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport, un EPS riconosciuto dal CONI), e di una gara di beachtrail organizzata dall’ASC (Attività Sportive Confederate, EPS anch’esso riconosciuto dal CONI).

La maggior parte dei principi attivi rilevati ai controlli antidoping nel corso del primo semestre del 2017, appartiene a:

  • agenti anabolizzanti (classe S1 61,3%)
  • diuretici ed agenti mascheranti (classe S5 12,9%).

Anche in riferimento agli atleti sottoposti a controllo antidoping su disposizione dei NAS, si osserva che la percentuale maggiore di principi attivi appartiene alla classe S1 degli agenti anabolizzanti (70%).

Per la prima volta da quando sono iniziati i controlli antidoping da parte della SVD, è stata rilevata una positività al JW1516, un agonista del recettore delta attivato dal proliferatore del perossisoma (PPARd) appartenente alla classe doping S4 (Modulatori ormonali e metabolici).

Leggi il Report attività di controllo antidoping I semestre 2017.

Consulta le notizie di Antidoping

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Antidoping

Data di pubblicazione: 27 dicembre 2017, ultimo aggiornamento 27 dicembre 2017