Immagine della Giornata mondiale dell'alimentazione: Cambiamo il futuro delle migrazioni. Investiamo nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale

Quest’anno la Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA) è dedicata alle migrazioni e la sicurezza alimentare, con il titolo “Cambiamo il futuro delle migrazioni. Investiamo nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale”.

I flussi migratori, a livello globale, sono notevolmente aumentati negli ultimi decenni, sia a cause di conflitti sia per disastri naturali (per questo anche i cambiamenti climatici vengono considerati un importante driver). Rivestono rilevanza, come cause determinanti, anche i fattori socioeconomici (povertà, mancanza di lavoro) e quelli ambientali (esaurimento delle risorse naturali, mancanza di terreni adatti alle coltivazioni, carenza di cibo).

Una delle sfide principali della comunità internazionale, per sconfiggere povertà e malnutrizione, è garantire un equilibrio del food system con “accesso” al cibo per tutti (food security), assicurando, allo stesso tempo,  “sicurezza” alimentare (food safety), tramite azioni intergovernative in ambito agricoltura, salute, economia, ambiente, relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo.

Per un food system sostenibile, in grado di contrastare anche le migrazioni, risulta prioritario adottare strategie di food safety and food security di breve, medio e lungo periodo, per contrastare sia le cause dei fenomeni migratori (agricoltura sostenibile, cooperazione allo sviluppo, diffusione di diete locali) sia  gli stessi effetti sul food system che possono mettere a rischio la salute dei migranti (malnutrizione per abbandono di abitudini alimentare tradizionali, diete sbilanciate e carenze nutrizionali).

Le strategie in questione devono essere sicuramente multisettoriali, multidisciplinari e multistakeholder, per essere efficaci ed efficienti ed in linea con i principi di OMS e FAO.

Il Ministero della salute, con la competente Direzione Generale per l’Igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione, tenuto conto delle indicazioni fornite da 2° Conferenza Internazionale sulla nutrizione (ICN2, 2014), dall’Agenda 2030, dalla Carta di Milano (2015), dal Milan Urban Food Policy Pact e dalla Decade di Azioni sulla Nutrizione ONU 2016-25, sta portando avanti politiche sanitarie, per la promozione della corretta alimentazione e la lotta alla malnutrizione in tutte le sue forme (triplo burden: deficit di micronutrienti, obesità e malnutrizione per difetto) creando partenariati tra più parti interessate, per migliorare i relativi interventi, con una chiara strategia multisettoriale e multistakeholder e  specifici piani di sviluppo.

In questi anni il Ministero della salute ha dimostrato la sua forte volontà di incrementare, sempre di più, il livello di dialogo con le istituzioni internazionali e con le Organizzazioni ed Agenzie come FAO e OMS, al fine di coordinare azioni intersettoriali in ambito Food System, anche nell’ottica di una collaborazione allargata agli stakeholder del settore.

Recentemente, proprio per dar seguito a quanto richiesto dalla risoluzione ONU per la Decade della Nutrizione, è stato istituito il Tavolo Italia Decade per la Nutrizione con l’obiettivo di individuare programmi operativi in linea con i SDGs (Sustainable Development Goals) e azioni specifiche da implementare per la lotta al triplo burden. Inoltre, a settembre 2017, si è insediato il Tavolo tecnico sulla sicurezza nutrizionale (TaSiN), che svolge funzioni di “osservatorio” per coordinare le iniziative legate alla sorveglianza nutrizionale e per stabilire gli orientamenti educazionali e formativi sulla corretta alimentazione.

Il tema del Food System sarà affrontato anche nel G7 salute di novembre, per ribadire l’importanza di questo settore per la salute, in un’ottica di approccio One Health.

Consulta le notizie di Nutrizione

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Nutrizione

Data di pubblicazione: 16 ottobre 2017, ultimo aggiornamento 16 ottobre 2017

Documentazione

Opuscoli e Poster