immagini tratte dal sito del WHO e di AIFO correlate all'argomento

Si celebra domenica 29 gennaio la 64^ Giornata mondiale dei malati di lebbra, promossa dall’Associazione Italiana Amici di Roul Follereau - AIFO sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

In tutto il mondo, ancora oggi, ogni 2 minuti una persona è colpita dalla lebbra. Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2015 oltre 200.000 persone, fra cui molti bambini, hanno contratto il morbo di Hansen. Tali dati, tuttavia, potrebbero essere molto sottostimati.

Nel 2016 l’OMS ha definito la Strategia Globale per la Lebbra 2016-2020: accelerare verso un mondo libero dalla lebbra, volta a rafforzare gli interventi di controllo della malattia e a prevenire le disabilità che può causare soprattutto fra i bambini che vivono nei paesi endemici.

Questa malattia, che in Italia può essere considerata come una patologia riemergente, è curabile, tuttavia, se non viene diagnosticata precocemente e trattata in maniera adeguata, può determinare disabilità permanenti e spesso gravi.

Il maggior numero di casi che vengono notificati in Italia consiste in casi importati. Questo fatto evidenzia la necessità di rafforzare le politiche sanitarie di cooperazione internazionale e bilaterale, non dimenticando mai che, in questo mondo globalizzato, anche la salute è globale.

Il modello di assistenza ai malati di morbo di Hansen in Italia combina gli interventi sanitari con quelli assistenziali, ed è particolarmente attento ad evitare lo stigma e l’emarginazione del paziente e della sua famiglia.

Per approfondire:

Data di pubblicazione: 26 gennaio 2017, ultimo aggiornamento 26 gennaio 2017

Documentazione

Opuscoli e Poster