immagine di un ricercatore al lavoro

Il Ministero della salute sta conducendo un’indagine per acquisire informazioni sul livello di conoscenza, utilizzo e diffusione dei metodi alternativi all’interno degli enti di ricerca, in attuazione del principio di sviluppo dei metodi alternativi alla sperimentazione animale, stabilito dalla Direttiva 2010/63/UE.

Il “Tavolo tecnico sui metodi alternativi”, coordinato dal Ministero della salute, ha messo a punto due questionari che sono disponibili on line per la compilazione da parte di Università ed enti di ricerca fino al 31 luglio.

Il Tavolo Tecnico, coordinato dalla Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della salute, è composto da rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità, dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia ed Emilia Romagna, Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale, del Partito Animalista Europeo e di Research4Life (che dal 2015 raccoglie le realtà coinvolte a vario titolo nel panorama della ricerca biomedica italiana: enti di ricerca, ospedali, organizzazioni non profit, università e industrie) e da esperti designati a seconda delle tematiche affrontate.

I questionari sono 2:

  • Ricerca”, per acquisire informazioni sul livello di conoscenza e utilizzo dei metodi alternativi
  • Didattica”, per acquisire informazioni sul livello di conoscenza e diffusione dei metodi alternativi

Per chiarimenti sui quesiti è disponibile la casella di posta elettronica dedicata  metodialternativi@sanita.it

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale" fornisce assistenza per eventuali problemi informatici al recapito csn@vetinfo.it

Consulta le notizie di Sanità animale

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Sanità animale

Data di pubblicazione: 1 giugno 2016, ultimo aggiornamento 6 giugno 2016