foto di discipline sportive ciclismo, atletica, calcio, nuoto

Nel corso dell’anno 2015, la Sezione per la Vigilanza ed il controllo sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive del Comitato Tecnico Sanitario (CVD), istituita presso il Ministero della Salute, ha programmato controlli antidoping anche con il supporto del Comando Carabinieri per la tutela della salute - NAS su 190 manifestazioni sportive: nel 93,2% di queste (177 manifestazioni) i controlli si sono svolti regolarmente, mentre in 13 manifestazioni non sono stati portati a termine (6,8%). Nel 2015 non è stato predisposto alcun controllo fuori gara.

Sono stati sottoposti a controllo antidoping 860 atleti, di cui 591 maschi (68,7%) e 269 femmine (31,3%) con un età media di 27,6 anni (28,2 i maschi e 26,1 le femmine).

Il 20,8% degli atleti sottoposti a controllo antidoping (179), sono stati esaminati su specifica richiesta dei NAS. Di questi, 152 sono maschi (84,9%) e 27 femmine (15,1%).

Degli 860 atleti controllati sono risultati positivi ai test antidoping 25 (5 femmine e 20 maschi), con una sostanziale differenza di genere: la percentuale di positività risulta pari al 3,4% per gli uomini e all’1,9% per le donne.
La differenza di genere si nota nell’età media degli atleti risultati positivi: 39,3 anni per gli uomini e 31,2 per le donne.

Nel 2015, la percentuale più elevata di principi attivi rilevati ai controlli antidoping appartiene alla classe degli agenti anabolizzanti (34,1%); seguono i diuretici e gli agenti mascheranti (14,6%) e i corticosteroidi (14,6%).

Leggi il Report attività antidoping anno 2015.

Consulta le notizie di Antidoping

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Antidoping

Data di pubblicazione: 6 giugno 2016, ultimo aggiornamento 6 giugno 2016