Un progressivo miglioramento della qualità delle cure, in particolare nell’area ortopedica e chirurgica, una riduzione di ricoveri e interventi ad alto rischio di inappropriatezza per condizioni come la broncopneumopatia cronica, le complicanze del diabete negli adulti, asma e gastroenterite nei bambini e interventi di tonsillectomia. Resistono, tuttavia, disomogeneità nell’efficacia e nell’appropriatezza delle cure tra Regioni e tra aree geografiche e ospedali. E' quanto risulta dal Piano Nazionale Esiti 2015, presentato oggi a Roma presso il Ministero della Salute.

"Il divario tra le regioni del nord e quelle del sud per quanto riguarda la sanità  è ancora troppo forte" – ha detto il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, commentando i dati del programma nazionale Esiti - Dobbiamo focalizzare il nostro lavoro sul rispetto dei Livelli essenziali di assistenza nel Centro Sud”.

Il Programma nazionale esiti è un’attività istituzionale del Servizio sanitario italiano e fornisce valutazioni comparative a livello nazionale sull’efficacia, la sicurezza, l’efficienza e la qualità delle cure prodotte nell’ambito del SSN. PNE è sviluppato da Agenas per conto del Ministero della Salute e, com’è noto, non produce classifiche, graduatorie o giudizi, ma rappresenta un prezioso strumento operativo a disposizione delle regioni, delle aziende e degli operatori per il miglioramento delle performance e per l’analisi delle criticità, attraverso attività di audit.

Per approfondire, consulta:

Data di pubblicazione: 17 novembre 2015, ultimo aggiornamento 17 novembre 2015

Consulta le notizie di Programmazione sanitaria e LEA

Vai all'archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Programmazione sanitaria e LEA