“Oggi il nostro scopo è nutrire le persone in modo sano. Evitare che si ammalino, o quanto meno far sì che si ammalino il più tardi possibile. Per la prima volta i temi della nutrizione, della salute e della sostenibilità vengono messi al centro dell'agenda mondiale”.

Cosi il Ministro della Salute italiano, Beatrice Lorenzin, in apertura dell’evento “Nutrire il pianeta, nutrirlo in salute – Feeding the planet, feeding it healthy”, che si tiene il 27 e 28 ottobre ad Expo 2015, presso l’Auditorium di Padiglione Italia; l’evento rappresenta  un confronto internazionale al massimo livello sui temi della nutrizione voluto dal Ministero della Salute trasmesso in diretta streaming (www.streaming.salute.gov.it).

“La prevenzione, la corretta alimentazione ed un corretto stile di vita aiutano a combattere malattie come diabete, cancro ed obesità – continua il Ministro – e proprio noi italiani possiamo proporre uno stile di vita corretto abbinato alla dieta mediterranea, riconosciuta come patrimonio dell'umanità. E' necessario educare alla buona alimentazione bambini, genitori, scuole e donne in gravidanza.  Auguro ai Ministri un ottimo lavoro: quello che faremo sarà testimonianza e base per le nostre Agende”.

Salutano in apertura dell’evento altre Autorità, tra cui Diana Bracco (Commissario di sezione Expo 2015), Emilia G. De Biasi e Mario Marazziti (Presidenti Commissioni Parlamentari), Oleg Chestnov (ADG OMS) e Alberto Spagnolli (Capo Dip. EFSA). All’evento partecipano 20 ministri della Salute, 40 delegazioni provenienti da  Paesi di tutto il mondo. Intervengono più di 60 relatori ad animare le sette sessioni previste nelle due giornate.

Nella seconda giornata, si tiene  la tavola rotonda con i Ministri della salute, e le conclusioni del Ministro Lorenzin. Al termine, alle ore 13, è prevista la firma della Carta di Milano da parte del Ministri della Salute e dei Capi delegazione.

Alle ore 14, segue una conferenza stampa presso lo spazio Me and We Women for Expo (vicino a Palazzo Italia) per la presentazione di una delle eredità della partecipazione del Ministero della Salute a Expo 2015. Vengono infatti firmati due protocolli d’intesa tra il Ministero della Salute e le associazioni del settore alimentare, della pubblicità e del commercio per favorire la  corretta alimentazione dei bambini.

La partecipazione del Ministero a Expo

L’evento del 27 e 28 ottobre conclude la partecipazione del  Ministero della Salute a Expo dopo oltre cento incontri e workshop nello “Spazio donna (Me and We – Women for Expo)” e nello “Spazio scuole” di Padiglione Italia, al centro della  campagna di informazione sui temi della nutrizione e della sicurezza degli alimenti “Mangia sano, investi in salute”.  Negli incontri sono stati coinvolti più di 75 esperti di associazioni ed enti del Servizio sanitario nazionale.

In particolare, all’interno del “Vivaio Scuole", si sono svolti 64 incontri. I temi affrontati vanno  dalla sicurezza alimentare alla corretta alimentazione e prevenzione dell’obesità, dai corretti stili di vita alle caratteristiche nutrizionali degli alimenti. Spazio anche a temi (e rischi emergenti) come la lotta agli sprechi, l’epigenetica e le cattive abitudine a tavola dei nostri ragazzi correlati all’uso di smartphone, tablet e tv, con un’attenzione tutta particolare gli equilibri nutrizionali e quindi ai disturbi del comportamento alimentare.

Nello “Spazio Donna (Me and We – Women for Expo), attivo dal primo giugno, sono stati svolti 38 eventi per affrontare i temi dell’alimentazione della donna in tutto il suo ciclo di vita: dall’allattamento all’osteoporosi, dalla fertilità alla gravidanza, dalla prevenzione dell’obesità a quella dei tumori, dalla celiachia alla iodoprofilassi, dai disturbi del comportamento alimentare alla malnutrizione dell’anziano. Ma anche temi come i costi della sana alimentazione, le etichette dei prodotti, le regole per la sicurezza degli alimenti anche a casa o la prevenzione degli incidenti domestici da soffocamento nei bambini, soltanto per citare i principali.

Gli incontri organizzati dal Ministero della salute hanno rappresentato il 25% di tutte le attività organizzate nello spazio Me and We Women for Expo di Padiglione Italia.

Da ricordare inoltre l’evento internazionale del 9 e 10 luglio, sulla sicurezza degli alimenti e il contrasto alle frodi alimentari Fighting food crime, enforcing food safety, organizzato con il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e con il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri.

Gli spot della campagna “Mangia sano, investi in salute” hanno accompagnato gli eventi, trasmessi ogni giorno sui quattro mega schermi del Cardo, l’arteria principale di Expo, per un totale di 3.500 passaggi oltre a 200 passaggi in tv.

Un volume dei Quaderni del Ministero della Salute dedicato ai temi dell’alimentazione, una vera e propria “guida agli equilibri nutrizionali”, viene presentato in occasione proprio del convegno internazionale del 27-28 ottobre 2015 “Nutrire il pianeta, nutrirlo in salute”.

A corredo degli eventi, il Ministero ha realizzato una serie di opuscoli (20 in sei mesi), schede informative (11) e messaggi chiave da diffondere attraverso i social network (30) che hanno permesso di approfondire i tanti temi trattati durante gli incontri.

News, il calendario degli eventi, i video e tutta la produzione editoriale per Expo sono raccolti nel sito tematico del Ministero della Salute www.salute.gov.it/expo2015 (50 mila visitatori unici) e rilanciati nei due canali social “SalutExpo” (Twitter e Facebook). News, approfondimenti e interviste ai protagonisti degli incontri sono stati diffusi dalla stampa, dai canali web e social di Expo e di Padiglione Italia oltre a quelli del Ministero della salute.

Vedi l'infografica Ministero della salute a Expo. In cifre

 

Data di pubblicazione: 27 ottobre 2015, ultimo aggiornamento 2 marzo 2016

Documentazione

Opuscoli e Poster