foto tappetini formammide

L’esito della valutazione dell’Istituto Superiore di Sanità (vedi notizia 15 giugno 2011) dei dati forniti dalle ditte importatrici dei tappetini Puzzle (detti anche Eva Mats) in merito alla presenza di formammide (concentrazione ed emissione) ha riscontrato per i tappetini analizzati, valori inferiori a quelli indicati come “non rischiosi per la salute”.

Tuttavia lo stesso Istituto Superiore di Sanità ritiene che i risultati ottenuti, in considerazione della mancanza di una procedura standard riconosciuta, che comprenda anche il trattamento dei campioni prima dell’analisi, potrebbero sottostimare la reale esposizione del bambino, specialmente durante le prime ore dopo l’apertura della confezione.

Pertanto, il Ministero ha autorizzato la riammissione al commercio dei soli tappetini con valori di formammide ritenuti non rischiosi per la salute (elenco) ma ha comunque disposto, a tutela della salute e sicurezza dei consumatori, che in etichetta sia chiaramente evidenziata la seguente avvertenza:

ATTENZIONE: DOPO L’APERTURA DELLA CONFEZIONE E PRIMA DI UTILIZZARE IL PRESENTE ARTICOLO, AREARE PER ALMENO 24 ORE

Per tali articolo è quindi revocato il ritiro cautelativo disposto nel 2010 (vedi notizia 20 dicembre 2010).

Data di pubblicazione: 19 gennaio 2016, ultimo aggiornamento 19 gennaio 2016