Immagine del logo GARD con un cielo sullo sfondo

Il giorno 25 giugno 2015 nell'Auditorium della sede del Ministero della Salute di Via G. Ribotta a Roma si è svolta la V assemblea generale dell'alleanza GARD Italy per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  • valutazione richieste adesioni
  • elezione Comitato esecutivo
  • presentazione dei documenti prodotti nel biennio 2013-2014
  • presentazione delle nuove aree tematiche di lavoro per il biennio 2015-2016
  • varie ed eventuali

All'incontro hanno partecipato i rappresentati delle Società e associazioni dei pazienti sottoscrittori del Gard Italia (Gard-I).
E' stato formalizzato l'ingresso delle associazioni dei pazienti e delle società scientifiche che hanno chiesto di aderire a GARD-Italia.
Come da regolamento è stato rinnovato il Comitato esecutivo che durerà in carica due anni.
Sono stati presentati i documenti prodotti, relativi alle linee operative per gli anni 2013-2015 approvate nel corso della IV a Assemblea Generale del 28 novembre 2012:

  1. Ambiente e malattie respiratorie
  2. Sorveglianza nell'ambito delle malattie respiratorie
  3. Formazione: Asma ed allergie nel bambino

Sono state presentate ed approvate le seguenti proposte operative per gli anni 2015-2017:

Proposta 1: valutare l'applicabilità e la trasferibilità di un programma di diagnosi precoce per la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) sul territorio nazionale

Proposta 2: ricognizione della documentazione esistente nell'ambito delle malattie respiratorie croniche (atti normativi centrali e regionali, documenti GARD-I, documenti istituzionali) finalizzata all'elaborazione di un report o un dossier che permetta di:

  • valutare la situazione attuale mediante: l'individuazione di punti di forza e criticità; l'individuazione gap esistente tra indicazioni OMS 2014-2020 e situazione in Italia con proposte operative per superare le criticità; la progettazione di una banca dati operativa
  • elaborare proposte di indirizzo per la pianificazione nell'ambito delle malattie respiratorie croniche.

Gli argomenti saranno suddivisi per aree tematiche: Ambiente e salute, fattori di rischio, assistenza.

Proposta 3: Fumo in ambienti confinati non previsti dalla legge 3/2003 e successivi aggiornamenti.


Presentazioni dei relatiori
Ambiente e malattie respiratorie- Prof Gennaro D'Amato -AIPO
Sorveglianza nell'ambito delle patologie respiratorie- Dr.ssa Giovanna Laurendi-Ministero della Salute
Formazione: Asma e allergie respiratorie da 0 a 18 anni- Dr.ssa Stefania La Grutta -SIMRI

Data di pubblicazione: 13 luglio 2015, ultimo aggiornamento 13 luglio 2015