Oculistica, dermatologia, odontoiatria, infettivologia, otorinolaringoiatria e ginecologia sono gli ambiti delle attività di assistenza sanitaria a favore delle fasce più vulnerabili della popolazione che vedono impegnato l’Istituto Nazionale Migrazioni e Povertà (INMP), con il sostegno del Ministero della salute, nella comune consapevolezza che in un momento di particolare crisi socio-economica, sia importante assicurare a tutti l’accesso alle cure.

Tutti gli interventi in campo sanitario dei progetti di Medicina sociale dell’Istituto sono dedicati alla prevenzione, all’assistenza, alla cura dei più deboli e a rischio di “povertà sanitaria” - e talvolta alla ricerca -, con l’obiettivo di contrastare le diseguaglianze nell’accesso ai servizi sanitari pubblici, prendendo in carico globalmente la persona anche attraverso il sostegno psicologico, l’attività di mediazione transculturale, le visite specialistiche multidisciplinari e le prestazioni infermieristiche.

All’interno di questi progetti di Medicina sociale - che si affiancano all’attività quotidiana degli ambulatori specialistici dell’Istituto – nel triennio 2012-2014 sono state accolte e curate oltre 10.000 persone che altrimenti avrebbero avuto difficoltà ad accedere alla piena assistenza sanitaria, per motivi sociali, linguistici, culturali, economici o di stigma, per un totale di circa 23.000 prestazioni sanitarie erogate a persone con requisiti clinici ed economici di accesso definiti.

Negli stessi anni sono stati gratuitamente forniti dall’Istituto ai pazienti, dispositivi medici su misura quali 1550 paia di occhiali, 480 protesi dentarie, 70 protesi acustiche di ultima generazione, dispositivi contraccettivi,  test rapidi per l’HIV, per l’epatite B e C, per lo streptococco e per le IST (infezioni sessualmente trasmesse); sono state, inoltre, garantite visite specialistiche, supporto psicologico e valutazione antropologica per un approccio olistico, transculturale e transdisciplinare.

A riconoscimento dell’impegno profuso dall’INMP per l’aumento dell’accesso ai servizi sanitari, il Ministero della salute ha confermato il proprio sostegno per il proseguimento dei progetti di Audiologia, Oculistica, Odontoiatria e Ginecologia a favore delle medesime popolazioni nella consapevolezza che il benessere dei singoli contribuisce alla salute della collettività.

 

      

 

Data di pubblicazione: 15 maggio 2015, ultimo aggiornamento 15 maggio 2015