immagine tratta dal documento dell'OMS sulla sicurezza stradale

Dal 4 all’8 maggio si celebra la settimana mondiale per la sicurezza stradale indetta dall’OMS. Quest’anno l'attenzione è focalizzata sui bambini e su come migliorare la loro sicurezza sulle strade.
Secondo un rapporto dell'OMS ogni anno nel mondo muoiono circa 186.300 bambini sotto i 18 anni a causa di un incidente stradale. La percentuale delle morti per incidente stradale è tre volte superiore nei paesi in via di sviluppo rispetto ai paesi sviluppati. Molti di più sono i feriti, spesso gravi.

La settimana per la sicurezza stradale ha lanciato la “Child declaration for road safety” (Dichiarazione dei bambini per la
sicurezza stradale) invitando ad azioni contro la mortalità stradale all'interno dei nuovi obiettivi per lo sviluppo globale.

L’OMS ha prodotto un documento: 10 strategie per la sicurezza dei bambini in strada, con l'obiettivo di rendere le strade più sicure, perchè "Strade più sicure per tutti significa strade più sicure per i bambini".

  1. Controllare la velocità degli autoveicoli
  2. Ridurre l'assunzione di bevande alcoliche, soprattutto quando si guida
  3. Usare caschi per ciclisti e motociclisti
  4. Proteggere i bambini negli autoveicoli (usando seggiolini e cinture di sicurezza)
  5. Migliorare la visibilità del bambino quando è su strada (usando abiti bianchi, strisce sui vestiti o giubotti catarifrangenti, strisce riflettenti su ruote e pedali ecc., mettere più vigili sugli attraversamenti stradali)
  6. Migliorare le infrastrutture stradali, creando zone pedonali, semafori, rotatorie, mantenere un buon manto stradale ecc.
  7. Migliorare la sicurezza sui veicoli per bambini (adottare alcuni accorgimenti per i bambini quando si progettano bici e a veicoli)
  8. Ridurre i rischi per i conducenti di autoveicoli (in alcuni paesi già a 15 anni si può prendere la patente), diminuendo il tasso alcolemico alla giuda, limitando la guida notturna di guida ecc.
  9. Migliorare le cure per le vittime di incidenti
  10. Aumentare progetti relativi alla formazione sul soccorso stradale.

Data di pubblicazione: 5 maggio 2015, ultimo aggiornamento 5 maggio 2015