immagine di un cane e di un gatto

Il Sottosegretario alla salute, Vito De Filippo ha prorogato in data odierna l’ordinanza ministeriale relativa alle «Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati».

“Con la proroga – ha dichiarato il Sottosegretario - manteniamo il sistema di controllo del territorio garantendo la salute degli animali, ma anche dell’uomo e dell’ambiente. Il sistema di controllo – spiega De Filippo – prevede anche l’obbligo da parte dei servizi veterinari di avviare le indagini di laboratorio mentre ai Comuni è demandato il compito di circoscrivere e bonificare le aree interessate e di procedere, attraverso le forze dell’ordine, alle indagini del caso.

 “Era doveroso – ha aggiunto De Filippo – prorogare uno strumento che, in questi anni ha già dimostrato la sua efficacia nella salvaguardia degli animali e della salute pubblica. Auspico che le autorità territoriali sappiano garantire l’applicazione puntuale di tutte le misure previste nell’interesse della collettività”.

“Con l’ordinanza – ha concluso il Sottosegretario - prosegue anche l’impegno delle Prefetture nel coordinamento del tavolo permanente per il monitoraggio del fenomeno”.

Consulta le notizie di Sanità animale

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Sanità animale

Data di pubblicazione: 11 febbraio 2015, ultimo aggiornamento 11 febbraio 2015