immagine di una mucca che mangia

Il Ministero della salute pubblica annualmente il rapporto sui controlli ufficiali in alimentazione animale effettuati in Italia, con il quale intende rendere pubblici gli esiti dei controlli eseguiti.

E' disponibile nell'area del sito dedicata alla sanità animale il Rapporto sui controlli ufficiali nel settore dell'alimentazione animale eseguiti, relativo all'anno 2013.

La pubblicazione del rapporto è stata prevista con il Piano nazionale di sorveglianza e vigilanza sanitaria sull'alimentazione degli animali (PNAA) degli anni 2012 - 2014, che ha come obiettivo primario quello di assicurare i controlli ufficiali nella filiera dei mangimi eseguiti dai Servizi veterinari delle ASL e dai PIF Posti di Ispezione Frontaliera e dagli UVAC Uffici Veterinari per gli Adempimenti Comunitari del Ministero.

I controlli previsti dal PNAA sono programmati e coordinati su tutto il territorio nazionale dal Ministero della salute, sulla base degli aggiornamenti della normativa comunitaria in materia di alimentazione animale e dei risultati dei controlli dell'anno precedente.

I controlli ufficiali, che sono sia di tipo ispettivo che analitico, hanno come obiettivo fondamentale quello di assicurare un sistema ufficiale di controllo dei mangimi lungo l'intera filiera alimentare, per garantire un elevato livello di protezione della salute umana, animale e dell'ambiente.

Al fine di effettuare un'omogenea e coordinata attività di controllo sui mangimi, in tutte le fasi della produzione, inclusa la distribuzione, vengono effettuati sia sopralluoghi ispettivi presso gli operatori del settore mangimi che campionamenti e analisi di mangimi applicando il principio di controllo di filiera e di rintracciabilità del mangime lungo tutte le fasi della sua produzione ed utilizzo.

Nell'anno 2013, in tutto il territorio nazionale, nell'ambito esclusivo del PNAA sono stati prelevati n. 10.719 campioni ufficiali di mangimi, a fronte di 11.066 programmati. Tutti i campioni sono stati prelevati nelle varie fasi della produzione, utilizzo, distribuzione e trasporto.

La vigilanza ispettiva viene svolta su tutte le imprese del settore dei mangimi quali produttori primari, allevamenti, mangimifici, distributori, industrie alimentari che forniscono sottoprodotti all'alimentazione animale, trasportatori di mangimi, con il fine di verificare il possesso ed il mantenimento dei requisiti strutturali e funzionali dell'impresa del settore dei mangimi oggetto di vigilanza.

Nel corso dell'anno 2013, sono state rendicontate n. 29.619 ispezioni sull'intera filiera produttiva, dalla produzione primaria fino alla somministrazione dei mangimi agli animali in allevamento.

Per approfondire consulta il Rapporto 2013 alla pagina:

 

Consulta le notizie di Sanità animale

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Sanità animale

Data di pubblicazione: 9 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 9 gennaio 2015