Il Ministro con Fabrizio Pulvirenti durante la conferenza stampa

Fabrizio Pulvirenti, il medico di Emergency affetto da malattia da virus Ebola, è stato dimesso il 2 gennaio scorso. Ricoverato dal 25 novembre nell'Unità di alto isolamento dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, il medico era in forza presso l'ospedale di Emergency di Lacca in Sierra Leone.

"Sono grato al personale dello Spallanzani che mi ha assistito anche psicologicamente" - dichiara il medico, che vuole tornare là dove si è infettato - "E' giusto così".

All'ingresso il paziente, in buone condizioni, era stato subito idratato ed aveva ricevuto terapia di supporto.
Nei giorni successivi però aveva subito un graduale peggioramento, con febbre elevata, disturbi gastrointestinali e profonda astenia. Per tale motivo al paziente erano state somministrate, in periodi diversi, 3 diverse terapie sperimentali e due sacche di plasma di convalescente.

La sera del 4 dicembre 2014, a causa di una grave insufficienza respiratoria il paziente veniva trasferito presso l'unità di alto isolamento del reparto di terapia intensiva, ove veniva sottoposto a ventilazione meccanica respiratoria per 5 giorni. Dopo ulteriori 48 ore veniva trasferito nuovamente in degenza ordinaria sempre in regime di alto isolamento.
Successivamente si è assistito al miglioramento delle condizioni generali, alla ripresa dell'alimentazione, alla risoluzione della febbre e dei disturbi gastrointestinali.

Attualmente il paziente è "Virus-free", perché la ricerca del virus Ebola è risultata negativa su sangue ed altri siti corporei.

Consulta le notizie di Ebola

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Ebola

Data di pubblicazione: 7 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 7 gennaio 2015