C'è molta salute nella Legge di stabilità 2015 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2014. Ecco alcune delle principali disposizioni.

Amianto

Le prestazioni assistenziali del Fondo per le vittime dell'amianto sono estese in via sperimentale, per gli anni dal 2015 al 2017, ai malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia o per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell'amianto o per esposizione ambientale comprovata.
(comma 116)

Stanziato un contributo di 45 milioni di euro per il triennio 20015-2017 per la bonifica dei siti di interesse nazionale contaminati dall'amianto.

Dispositivi medici

Il Ministero della salute, in accordo con le Regioni, definirà le modalità di attivazione, nell’ambito Nuovo sistema informativo sanitario (NSIS) e senza nuovi o maggiori oneri, di una rete di comunicazione dedicata alla vigilanza dei dispositivi medici che consenta lo scambio tempestivo delle informazioni riguardanti incidenti che coinvolgono dispositivi medici.

Per razionalizzare l’uso dei dispositivi medici il Ministero della salute, con l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS) e dell'Agenzia italiana del farmaco (AIFA), definirà riguardo i dispositivi medici:

  • le priorità ai fini assistenziali
  • per la predisposizione dei capitolati di gara, i requisiti indispensabili per l'acquisizione dei dispositivi medici e per l'individuazione dei prezzi di riferimento
  • l’istituzione di una rete nazionale, coordinata dall'AGENAS, di collaborazione tra le regioni per la definizione e per l'utilizzo di strumenti per il governo dei dispositivi medici e per Health Technology Assessment (HTA)

(commi 586-587)

Ebola e altre emergenze sanitarie

Per potenziare le misure di sorveglianza e di contrasto delle malattie infettive e diffusive  nel territorio nazionale e di rafforzare i livelli di controllo di profilassi internazionale per salvaguardare la collettività da rischi per la salute, è autorizzata la spesa di 3 milioni di euro per il 2015 e di 1,5 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2016.

Con la legge 190 sono autorizzate, anche in deroga alle norme vigenti, le richieste di aspettativa, nel limite di sei mesi, da parte di personale medico o paramedico che intenda prestare la propria opera nei Paesi del continente africano attualmente interessati dal fenomeno del virus Ebola.

L'Istituto nazionale per le malattie infettive «Lazzaro Spallanzani» deve inoltre, per ottenere un ulteriore contributo, presentare al Ministero della salute il piano di sviluppo dell'unità di alto isolamento costituita per fare fronte a situazioni di emergenza biologica. Il piano da verrà valutato arte della sezione ricerca del Comitato tecnico-sanitario del Ministero della salute.
(commi 599-600)

Gioco d’azzardo

A partire dal 2015,  fra le risorse destinate al finanziamento del Servizio sanitario nazionale, vengono destinati 50 milioni di euro alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d'azzardo come definita dall'Organizzazione mondiale della sanità. Una quota delle risorse è destinata per i prossimi tre anni alla sperimentazione di modalità di controllo dei soggetti a rischio di patologia, mediante l'adozione di software che consentano al giocatore di monitorare il proprio comportamento generando conseguentemente appositi messaggi di allerta. Il Ministro della salute adotta linee di azione per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle persone affette dal gioco d'azzardo patologico (GAP). L'osservatorio sulla dipendenza da gioco d’azzardo è trasferito al Ministero della Salute.
(comma 133)

Indennizzi Legge 210

Viene destinato alle Regioni un contributo di 100 milioni di euro per l'anno 2015, di 200 milioni per il 2016, di 289 per il 2017 e di 146 per il 2018 per il pagamento degli arretrati dell'indennità integrativa speciale.
(comma 186)

Farmacie

E’ riconosciuto un credito di imposta a favore delle farmacie pubbliche e private per l'acquisto di software che sarà definito con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.
(comma 242)

Viene abrogato il limite d'età a 65 anni per i titolari di farmacie private.
(comma 589)

Medicinali

Entro il 31 dicembre 2015 l'AIfa provvede a una revisione straordinaria del Prontuario farmaceutico nazionale sulla base del criterio costo beneficio e efficacia terapeutica.
(comma 585)

Per garantire un accesso omogeneo dei pazienti a tutti i medicinali, in particolare a quelli innovativi o di eccezionale rilevanza terapeutica, l'AIFA predispone, a supporto del Ministero della salute e delle regioni, valutazioni di Health Technology Assessment. Le valutazioni nazionali di HTA sui medicinali forniscono informazioni trasparenti e trasferibili ai contesti assistenziali regionali e locali sull'efficacia comparativa dei medicinali.
(comma 588)

La legge 190 stabilisce che, per contenere e razionalizzare la spesa farmaceutica sono ammesse la produzione e la distribuzione negli Ospedali, nel rispetto delle esigenze terapeutiche, di medicinali in forma monodose. I medicinali monodose saranno distribuiti per un periodo sperimentale di due anni.
(commi 591-592)

Medicinali innovativi

Per gli anni 2015 e 2016 nello stato di previsione del Ministero della salute e' istituito un fondo per il concorso al rimborso alle regioni per l'acquisto dei medicinali innovativi. Il fondo finalizzato al predetto rimborso e' alimentato sia da un contributo statale per diffusione dei medicinali innovativi, sia da una quota delle risorse destinate alla realizzazione di specifici obiettivi del Piano sanitario nazionale

Le somme saranno  versate in favore delle regioni in proporzione alla spesa sostenuta per l'acquisto dei medicinali innovativi. Verranno monitorati gli effetti di contenimento della spesa sanitaria territoriale ed ospedaliera dovuti alla diffusione di medicinali innovativi e al conseguente minore ricorso da parte degli assistiti ai protocolli terapeutici e alle cure erogate prima della predetta diffusione dei medicinali innovativi.
(commi 593-598)

Procreazione medicamente assistita di tipo eterologo

La legge istituisce il Registro nazionale dei donatori di cellule riproduttive a scopi di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo, dove sono registrati tutti i soggetti ammessi alla donazione, mediante l'attribuzione ad ogni donatore di un codice presso il Centro nazionale trapianti dell’Istituto superiore di sanità. L’istituzione del Registro garantisce la tracciabilità del percorso delle cellule riproduttive dal donatore al nato e viceversa e il conteggio dei nati generati dalle cellule riproduttive di uno stesso donatore.

Le strutture sanitarie autorizzate al prelievo e al trattamento delle cellule riproduttive dovranno comunicare al Registro i dati anagrafici dei donatori.
(comma 298)

Professioni sanitarie

Con Accordo tra Governo e Regioni, previa concertazione con le rappresentanze scientifiche, professionali e sindacali dei profilisanitari interessati, sono definiti i ruoli, le competenze, le relazioni professionali e le responsabilità delle professioni sanitarie infermieristiche-ostetrica, tecniche della riabilitazione e della prevenzione.

(comma 566)

Qualità dell'assistenza: commissari e direttori generali

L'accertamento da parte della Regione del mancato conseguimento degli obiettivi di salute e assistenziali costituisce per il direttore generale grave inadempimento contrattuale e comporta la decadenza automatica dello stesso.

(comma 567)

La nomina a commissario in una Regione sottoposta a Piano di rientro diventa incompatibile con altre cariche istituzionali nella Regione.

(comma 569)

Risorse economiche del SSN

La legge di stabilità del Governo Renzi conferma, come previsto dal Patto per la salute, per il 2015 e il 2016 il livello  di finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale: 12.062.000.000 euro per l'anno 2015 e 115.444.000.000 euro per l'anno 2016. eventuali risparmi nella gestione del Servizio sanitario nazionale effettuati dalle regioni rimangono nella disponibilità delle regioni  per finalità sanitarie.
(comma 556)

Sarà un'Intesa Stato-Regioni a stabilire entro il 31 gennaio 2015, invece, in merito al contributo al contenimento della finanza pubblica per gli anni 2015-2018 che le Regioni a statuto ordinario devono assicurare, in ambiti di spesa e per gli importi complessivamente proposti, senza toccare i Livelli essenziali di assistenza. Se non si arriva all'Intesa, sarà il Consiglio dei Ministri a decidere in quali ambiti di spesa risparmiare.
(comma 398)

Tumori - Adroterapia oncologica

E’ confermato il contributo a favore del Centro nazionale di adroterapia oncologica (CNAO), per consentire la prosecuzione delle attività di ricerca, assistenza e cura dei malati oncologici, con l'impiego della adroterapia, terapia innovativa salvavita.
(comma 602)

 

Consulta:

  • Legge 23 dicembre 2014 , n. 190. Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015). (G.U. Serie Generale , n. 300 del 29 dicembre 2014)

Data di pubblicazione: 31 dicembre 2014, ultimo aggiornamento 31 dicembre 2014