Immagine di un controllo dei NAS su alcuni prodotti alimentari

A seguito dello scandalo del 2013 sulla presenza di carne equina non dichiarata in etichetta in alcuni prodotti alimentari, l’Unione Europea con la raccomandazione 2014/180/UE ha previsto l’effettuazione di un secondo Piano europeo di controllo volto a stabilire la prevalenza di pratiche fraudolente nella commercializzazione di determinati prodotti alimentari.

Il Piano di campionamento italiano, attuato dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, ha visto il prelievo di 153 prodotti alimentari commercializzati o etichettati come contenenti carni bovine. In nessun campione è stata riscontrata carne equina non dichiarata.

Il campionamento ha interessato anche marchi e tipologie di prodotti alimentari in cui, in attuazione del piano precedente, era stata riscontrata la presenza di carne equina non dichiarata in etichetta.

La Commissione Europea pubblicherà i risultati di tutti gli Stati membri.

Consulta le notizie di Sicurezza alimentare

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Sicurezza alimentare

Data di pubblicazione: 24 luglio 2014, ultimo aggiornamento 24 luglio 2014