L’8 aprile 2013 si è svolta la riunione dei Tavoli di monitoraggio con la regione Calabria finalizzata alla valutazione dell’attuazione del Piano di riqualificazione del Servizio Sanitario Regionale e all’aggiornamento della verifica degli adempimenti regionali.

I Tavoli  sono rimasti in attesa del Programma operativo 2013-2015, e hanno individuato quale data di scadenza il 10 maggio 2013.

Si è preliminarmente evidenziata la mancata trasmissione del documento complessivo di programmazione di tutte le reti assistenziali, richiesto nella precedente riunione di verifica, ribadito il persistere di ritardi e criticità nella riorganizzazione delle reti assistenziali e si è rinnovata la richiesta di fornire chiarimenti sul protocollo d’intesa con l’Università Magna Graecia.

Nel corso della riunione  è stata anche ribadita la necessità di modificare le Linee Guida sugli atti aziendali, tenendo conto delle indicazioni formulate dai Ministeri affiancanti.

In relazione all’accreditamento i Tavoli hanno chiesto che nel predisponendo programma operativo 2013-2015 vengano declinati gli impegni relativi alle procedure di accreditamento, in modo chiaro e con un cronoprogramma realizzabile, tenendo conto dei pareri ministeriali.

Relativamente ai rapporti con gli erogatori privati Tavoli hanno rilevato che le procedure per la definizione dei tetti e dei contratti con le strutture private accreditate non hanno recepito tutte le osservazioni dei Ministeri affiancanti.

Rispetto al Protocollo di intesa con l’Ospedale Bambino Gesù, i Tavoli hanno ritenuto che i DPGR 20/2012 e 32/2012 non possano essere valutati positivamente senza i necessari chiarimenti da parte dell’intera struttura commissariale.

Riguardo alla Fondazione Campanella i Tavoli hanno rilevato la necessità che si individui una posizione univoca da parte dell’intera gestione commissariale e che nel predisponendo programma 2013-2015 si trovi adeguata compatibilità della Fondazione con la programmazione regionale.  

Per l’erogazione  di prestazioni extra LEA si è evidenziato  che la stessa non è consentita se non dopo aver coperto adeguatamente l’erogazione dei livelli essenziali.

Rispetto al risultato di esercizio 2012 la Regione Calabria a IV trimestre  presenta un disavanzo di 71,948 mln di euro. Dopo il conferimento delle coperture il risultato di gestione evidenzia un avanzo di 42,272 mln di euro.

In ragione, tuttavia, dei disavanzi pregressi di 200,166 mln di euro che non hanno trovato adeguata copertura, si sono realizzate le condizioni per l’applicazione degli automatismi fiscali previsti dalla legislazione vigente, vale a dire l’ulteriore incremento delle aliquote fiscali di IRAP e addizionale regionale all’IRPEF per l’anno d’imposta in corso, l’applicazione del blocco automatico del turn over del personale del servizio sanitario regionale fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello in corso e l’applicazione del divieto di effettuare spese non obbligatorie per il medesimo periodo.

I Tavoli in considerazione della ormai conclusa ricognizione del debito 2007 e ante e del debito 2008, nonché in relazione ai tempi di pagamento dei fornitori che hanno superato i 950 giorni; dell’avvenuto miglioramento della tenuta delle scritture contabili e dell’attuazione del titolo II del decreto legislativo 118/2011 hanno valutato possibile erogare alla regione risorse premiali per complessivi 411 mln di euro.

Sulla base delle evidenze emerse durante la riunione i Tavoli hanno comunque denunciato il gravissimo ritardo negli interventi connessi all’erogazione delle prestazioni comprese nei livelli essenziali di assistenza ed hanno invitato il Commissario ad attuare tempestivamente ogni utile azione necessaria per garantire l’erogazione dei LEA in maniera uniforme sul territorio regionale.

Consulta le notizie di Piani di rientro

Vai all' archivio completo delle notizie


Consulta l'area tematica: Piani di rientro

Data di pubblicazione: 19 giugno 2013, ultimo aggiornamento 19 giugno 2013