Le cadute degli anziani ricoverati in strutture di assistenza infermieristica e negli ospedali sono eventi comuni che possono causare perdita di indipendenza, lesioni e talvolta la morte del paziente.

Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università di Sydney e pubblicato su Cochrane Library dimostra che negli ospedali gli interventi multifattoriali, che comprendono supplementazioni di vitamina D, riducono il tasso e il rischio di cadute dell'anziano.

I ricercatori hanno riesaminato cinque studi diversi in cui 5.095 anziani assumevano, nelle rispettive case di riposo, supplementi di vitamina D. Quattro studi, in particolare, hanno esaminato i tassi di caduta e hanno trovato un rischio ridotto del 28% tra gli anziani che prendevano il supplemento.

La vitamina D sembra essere in grado di aiutare gli anziani a mantenere una buona massa muscolare, nonchè a migliorare l'equilibrio.

Per approfondire leggi lo studio di revisione (in lingua inglese).

Data di pubblicazione: 25 gennaio 2010, ultimo aggiornamento 9 maggio 2013