Versione stampabile     Versione stampabile


La proceduraLa procedura

Il procedimento è volto ad ottenere l'abilitazione ad esportare verso la Russia per stabilimenti produttori di carne fresca, bovina, suina, equina ed avicola, prodotti a base di carne, latte e prodotti a base di latte, prodotti della pesca, involucri naturali per insaccati ed ovoprodotti tramite l'inserimento in apposita lista autorizzativa. La richieste di inserimento in lista deve essere inviata per il tramite delle Regioni e delle ASL di appartenenza. Gli stabilimenti che intendono fare richiesta dovranno inviare apposita domanda di inserimento in lista, per ciascuna attività produttiva tra quelle indicate, corredata di verbale di sopralluogo della ASL che esprime il parere favorevole utilizzando gli appositi modelli di check list. L'inserimento dello stabilimento in lista è subordinato all'approvazione dello stesso da parte delle Autorità Russe. Attualmente le Autorità russe che gestiscono le liste direttamente non stanno dando seguito alle domande inviate da questo Ministero.


Chi può richiederloChi può richiederlo

Responsabili degli stabilimenti di produzione afferenti ad i settori di produzione sopra indicati.


Cosa serve per richiederloCosa serve per richiederlo

  • richiesta di inserimento in lista compilata da parte della ditta interessata
  • verbale di sopralluogo della ASL con parere favorevole

ModuliModuli


Come si presenta la richiestaCome si presenta la richiesta

  • Posta tradizionale
    Ufficio destinatario: Direzione Generale per l'Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione (DGISAN) - Ufficio 2 - Igiene degli alimenti ed esportazione
    Indirizzo destinatario: Viale G. Ribotta 5, 00144 Roma
    Istruzioni aggiuntive: La domanda deve essere presentata alla ASL di appartenenza la quale la inoltra, per il tramite della Regione, al Ministero della Salute
  • PEC
    Indirizzo di PEC: dgsan@postacert.sanita.it
    Oggetto: SAL-STB-ERCLP - Richiesta di inserimento di uno stabilimento nella lista degli impianti abilitati ad esportare verso la Russia
    Istruzioni aggiuntive: La domanda deve essere presentata alla ASL di appartenenza la quale la inoltra, per il tramite della Regione, al Ministero della Salute

Quanto tempo ci vuoleQuanto tempo ci vuole

La domanda completa della documentazione viene inoltrata alle Autorità russe entro 30 giorni; attualmente le Autorità russe che gestiscono le liste direttamente non stanno dando seguito alle domande inviate da questo Ministero.


Quanto costaQuanto costa

Non è previsto il pagamento di alcuna tariffa


Come viene comunicato l'esitoCome viene comunicato l'esito

  • Posta elettronica certificata

Dove viene pubblicato l'esitoDove viene pubblicato l'esito

Non è prevista la pubblicazione dell'esito


NormativaNormativa

  • Circolare ministeriale 23 marzo 2010
  • nota 14 maggio 2013


Consulta il Trovanormesalute



ContattiContatti

  • Nominativo: Donato Giganti
    Indirizzo: Viale G.Ribotta 5, 00144 Roma
    Telefono: 06 59946117
    Email: d.giganti@sanita.it
    Calendario disponibilità:Giovedi dalle 8.30 alle 12.30 salvo assenza per attività ispettive esterne

Ufficio responsabile del procedimentoUfficio responsabile del procedimento

Direzione Generale per l'Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione (DGISAN)
Ufficio 2 - Igiene degli alimenti ed esportazione

FAQFAQ

Non sono presenti FAQ


TemiAree e siti tematici


Ufficio responsabile del procedimentoUfficio



Data ultimo aggiornamento: 09 dicembre 2013