Versione stampabile     Versione stampabile


La proceduraLa procedura

I soggetti danneggiati, affetti dalla sindrome da talidomide, possono presentare la domanda di indennizzo all'ufficio che la istruisce, predispone il fascicolo e lo trasmette alla Commissione medica ospedaliera (CMO) competente per il giudizio medico-legale. L'ufficio provvede a notificare l'esito della CMO all'interessato ed in caso positivo ad emettere il  decreto di liquidazione ed il relativo mandato di pagamento.


Chi può richiederloChi può richiederlo

Soggetti danneggiati (o il rappresentante legale in caso di incapacità) affetti da sindrome da talidomide, determinata dalla somministrazione dell'omonimo farmaco, nelle forme dell'amelia, dell'emimelia, della focomelia, della micromelia.

 


Cosa serve per richiederloCosa serve per richiederlo

La domanda in carta semplice deve contenere
 

  •  a) dati anagrafici del danneggiato e dell'eventuale rappresentante nel caso di incapace
  •  b) indicazioni del danno per il quale si chiede l'indennizzo
  •  c) elenco della documentazione allegata
  •  d) indirizzo al quale inviare ogni comunicazione
  •  e) firma del richiedente o del rappresentante
  •  f) data di presentazione.

 

ALLEGATI

Documentazione amministrativa

  • autocertificazione relativa a nascita del danneggiato, residenza e  codice fiscale
  • copia conforme nomina del rappresentante nel caso di danneggiato incapace
  • fotocopia dei documenti di identità del danneggiato e, se del caso, del rappresentante legale

Documentazione sanitaria in originale o in copia conforme

  • cartella clinica della nascita (se reperibile)
  • cartelle cliniche e/o certificazione di struttura pubblica  dalla quale risulti la diagnosi, la terapia e gli interventi  eventualmente subiti
  • altra  documentazione sanitaria relativa alla diagnosi e al decorso della sindrome da talidomide
  • altra  documentazione sanitaria relativa alla diagnosi e al decorso della sindrome da talidomide
  • prescrizione della talidomide alla madre del danneggiato, se reperibile per i nati dal 1958 al 1966
  • documentazione sanitaria relativa alla patologia materna che ha richiesto la somministrazione della talidomide da cui si evince la prescrizione/assunzione  del farmaco omonimo in gravidanza nel periodo  tra il 20° e il 36° giorno del concepimento per i soggetti nati fuori dal periodo 1958/1966

Moduli e linee guidaModuli e linee guida

Non sono presenti moduli e linee guida


Come si presenta la richiestaCome si presenta la richiesta

  • Posta tradizionale
    Ufficio destinatario: Direzione Generale della Vigilanza sugli Enti e della Sicurezza delle Cure (DGVESC) - Ufficio 4 - Indennizzi ex L. 210/90
    Indirizzo destinatario: Viale Giorgio Ribotta, 5 - 00144 Roma
  • PEC
    Indirizzo di PEC: dgvesc@postacert.sanita.it
    Oggetto: ASS-IND-L244T
    Istruzioni aggiuntive: Domanda indennizzo legge 244/2007 per talidomidici
    Questa modalità è consentita solo se inviata da altra PEC

Quanto tempo ci vuoleQuanto tempo ci vuole

I tempi sono stabiliti dalla normativa vigente, tenuto conto della natura pubblica degli interessi tutelati e della particolare complessità del procedimento.

 


Quanto costaQuanto costa

Non è previsto il pagamento di alcuna tariffa


Come viene comunicato l'esitoCome viene comunicato l'esito

  • Posta tradizionale
  • Posta elettronica certificata

Dove viene pubblicato l'esitoDove viene pubblicato l'esito

Non è prevista la pubblicazione dell'esito


NormativaNormativa

  • Legge 29 ottobre 2005, n. 229, art. 1.
  • Legge 24 dicembre 2007, n.244 (finanziaria 2008), art. 2, comma 363.
  • Decreto legge 30 dicembre 2008, N. 207 – convertito con modificazioni dalla Legge 27  febbraio 2009, n. 14 - Art. 31, comma 1-bis
  • Decreto 2 ottobre 2009 , n. 163,
  • Circolare 5 novembre 2009 , n. 31.
  • Decreto legge 24 giugno 2016, n. 113 - come convertito dalla legge 7 agosto 2016, n. 160 - articolo 21-ter
  • Decreto Ministeriale 17 Ottobre 2017 n.166


Consulta il Trovanormesalute



ContattiContatti

  • Telefono: 06 59942425
    Calendario disponibilità:Per informazioni di carattere generale (compreso il contenzioso). Tutti i giorni dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 15,00
  • Nominativo: Front Office
    Telefono: 06 5994 5994
    Calendario disponibilità:chiamando il numero unico del Front Office 06.5994 5994 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.30, si possono concordare gli appuntamenti ed essere ricevuti dai Funzionari referenti direttamente presso la sede centrale del Ministero della Salute, Viale G. Ribotta, n. 5 - Roma

Ufficio responsabile del procedimentoUfficio responsabile del procedimento

Direzione Generale della Vigilanza sugli Enti e della Sicurezza delle Cure (DGVESC)
Ufficio 4 - Indennizzi ex L. 210/90

FAQFAQ

Non sono presenti FAQ


TemiAree e siti tematici


Ufficio responsabile del procedimentoUfficio



Data ultimo aggiornamento: 01 dicembre 2017