Versione stampabile     Versione stampabile


La proceduraLa procedura

Esame delle richieste di ingresso per cure in Italia di cittadini extracomunitari residenti in paesi privi di strutture sanitarie idonee e adeguata.
Sulla base della valutazione tecnico-sanitaria e delle risorse finanziarie annualmente assegnate vengono individuati i casi da autorizzare per la presa in carico da parte del Ministero della Salute.
L'autorizzazione, d'intesa con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, viene comunicata alla struttura sanitaria e al richiedente per l'avvio della procedura di ingresso .


Chi può richiederloChi può richiederlo

  • Il cittadino extracomunitario
  • Organismi pubblici e privati

Cosa serve per richiederloCosa serve per richiederlo

  • certificazione sanitaria, attestante la patologia del richiedente. La certificazione rilasciata all'estero deve essere corredata da traduzione in lingua italiana.
  • dati anagrafici dello straniero con indicazione del paese di provenienza
  • garanzia della copertura delle spese di viaggio e di soggiorno al di fuori della struttura sanitaria per se' e l'eventuale accompagnatore


Una volta ottenuta l'autorizzazione il Ministero della Salute provvederà a richiedere l'intesa al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per il rilascio del visto d'ingresso per cure mediche.

Il cittadino extracomunitario può fare ingresso per cure in Italia anche con le seguenti modalità:

  1. dietro pagamento delle  i relativi oneri. A tal fine  presenta alla Rappresentanza diplomatica italiana all'estero la seguente documentazione
    • dichiarazione della struttura sanitaria prescelta che indichi il tipo di cura, la data di inizio e la durata presumibile della stessa, la durata dell'eventuale degenza;
    • attestazione dell'avvenuto deposito cauzionale pari al 30% del presumibile costo delle prestazioni richieste da versare alla struttura prescelta;
    • garanzia della copertura delle spese di viaggio e di soggiorno al di fuori della struttura sanitaria per se' e l'eventuale accompagnatore;
    • certificazione sanitaria, attestante la patologia . La certificazione rilasciata all'estero deve essere corredata da traduzione in lingua italiana.
  2. con oneri a carico della Regione che ha adottato programmi umanitari di cui all'art. 32, comma 15, L 449/97. A tal fine presenta l'istanza direttamente alla Regione stessa.

ModuliModuli


Come si presenta la richiestaCome si presenta la richiesta

  • Posta tradizionale
    Ufficio destinatario: Direzione Generale della Programmazione Sanitaria (DGPROGS) - Ufficio 8 - Funzioni statali in materia di assistenza sanitaria internazionale
    Indirizzo destinatario: Viale Giorgio Ribotta, 5 - 00144 Roma
  • PEC
    Indirizzo di PEC: sanita.estero@postacert.sanita.it
    Oggetto: ASE-EXT-RIC
  • E-Mail
    Indirizzo email destinatario: minsalute_estero.dgprog@sanita.it
    Oggetto: ASE-EXT-RIC

Quanto tempo ci vuoleQuanto tempo ci vuole

Non è presente nessuna descrizione


Quanto costaQuanto costa

Tariffa: Il servizio è gratuito



Come viene comunicato l'esitoCome viene comunicato l'esito

  • Consegna a mano
    Indirizzo: Viale Giorgio Ribotta, 5 00144 Roma
  • Posta tradizionale
  • Posta elettronica certificata

Dove viene pubblicato l'esitoDove viene pubblicato l'esito

Non è prevista la pubblicazione dell'esito


NormativaNormativa

  • art. 12 - comma 2 - lettera c) del Decreto legislativo così 30/12/92 n. 502, così come modificato dal Decreto legislativo 7/12/93 n. 517.
  • art. 36 del Testo Unico Dlg 286/98 e succ. mod. ed integr.
  • art. 44 del Regolamento di attuazione DPR 394/1999 e succ. mod. ed integr.
  • Circolare del Ministero della Salute n. 5 del 24/03/2000
  • art. 32 comma 15 - della legge 27.12 1997, n. 449.


Consulta il Trovanormesalute



ContattiContatti

  • Nominativo: Direzione Generale della Programmazione Sanitaria - Ufficio 8
    Indirizzo: Viale Giorgio Ribotta, 5 - 00144 Roma
    Telefono: 06 59941
    Email: minsalute_estero.dgprog@sanita.it

Ufficio responsabile del procedimentoUfficio responsabile del procedimento

Direzione Generale della Programmazione Sanitaria (DGPROGS)
Ufficio 8 - Funzioni statali in materia di assistenza sanitaria internazionale

FAQFAQ

Non sono presenti FAQ


TemiAree e siti tematici


Ufficio responsabile del procedimentoUfficio



Data ultimo aggiornamento: 07 ottobre 2016