Il Ministro della salute ha istituito presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministero, con decreto ministeriale del 27 marzo 2015, una Unità di crisi permanente con il compito di individuare con tempestività procedure e strumenti atti a ridurre il rischio di ripetizione di eventi infausti o di particolare gravità che si verificano nell’ambito delle attività di erogazione delle prestazioni da parte del Servizio sanitario nazionale e di coordinare gli interventi a tal fine necessari per rendere più efficiente e immediata l’azione del Ministero e delle altre istituzioni competenti.

L’articolo 4-ter del decreto legge 7 giugno 2017 n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017, n. 73 recante "Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci", ha previsto l’integrazione delle funzioni e della composizione dell’ Unità di crisi con i competenti rappresentanti della Direzione generale della prevenzione sanitaria, per raggiungere gli obiettivi di prevenzione e gestione delle emergenze sanitarie in materia di malattie infettive.

Con il decreto ministeriale 11 ottobre 2017 sono state integrate le funzioni e la composizione dell’Unità di crisi.

Funzioni

Il funzionamento dell'Unità di crisi è disciplinato da apposite Regole di funzionamento.

L’Unità di crisi, per l’espletamento delle veriche "on site" nel luogo dove si è verificato l'evento avverso, può avvalersi di un gruppo di funzionari ed esperti (task force) designati di volta in volta, in base alle specifiche esigenze di accertamento e verifica.

I componenti della task force operano secondo uno specifico Protocollo operativo approvato dall’Unità di crisi.

Composizione

L’Unità di crisi, presieduta dal Ministro della Salute o da un suo delegato, è così composta:

  • Prof. Gualtiero Ricciardi, Presidente dell’ISS
  • supplente:
    Dott. Angelo Del Favero direttore generale dell’ISS

  • Generale comandante del Comando Carabinieri per la tutela della salute
  • supplente
    Capo Ufficio Comando Carabinieri per la tutela della salute

  • Dott. Francesco Bevere, Direttore generale dell’Agenas
  • supplente
    Dott. Mario Braga, in rappresentanza dell’Agenas

  • Dott. Andrea Urbani, Direttore generale della programmazione sanitaria del Ministero della salute
  • supplente
    Dott. Andrea Piccioli, Direttore dell’Ufficio 3 della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute

  • Direttore generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute
  • supplente
    Dott. Francesco Paolo Maraglino, Direttore dell’Ufficio 5 della Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute

  • Dott. Antonio Saitta, Assessore alla sanità della Regione Piemonte, in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
  • supplente
    Dott. Riccardo Tartaglia, della Regione Toscana, in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Data di pubblicazione: 4 gennaio 2016, ultimo aggiornamento 23 novembre 2017