In attesa dell'adozione del regolamento interno che disciplina le varie tipologie di accesso e in relazione alle disposizioni contenute nel Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2017-2019, si forniscono di seguito le informazioni sull'accesso agli atti del Ministero della salute.

Accesso agli atti

L'istituto dell'accesso agli atti, o documentale, è disciplinato dalla legge 7 agosto 1990, n. 241. Consente, al cosiddetto portatore di un interesse qualificato (concreto, attuale e diretto) e al fine di tutelare una propria posizione giuridica soggettiva, di accedere ai documenti detenuti dalla pubblica amministrazione e di ottenere copia dei medesimi.
La procedura, attualmente, è disciplinata dal decreto ministeriale 4 agosto 2011 concernente la disciplina delle modalità di esercizio del diritto di accesso agli atti del Ministero della salute, ai sensi della l. 241/1990 e del d.p.r. 184/2006.

Come trasmettere l'istanza

L'istanza può essere trasmessa, in via telematica o per posta, utilizzando il modulo di accesso agli atti, alternativamente a uno dei seguenti uffici:

Scarica il modulo di accesso agli atti (formato word, 22 Kb) (formato pdf, 335 Kb)

 


Contro il provvedimento di diniego, totale o parziale, è ammesso il ricorso alla Commissione per l'accesso o al Tribunale amministrativo regionale.

Data di pubblicazione: 29 novembre 2011, ultimo aggiornamento 20 marzo 2017