L’accesso civico, disciplinato dall’art.5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33, prevede il diritto, per qualsiasi cittadino, di chiedere la pubblicazione di informazioni, documenti e dati sui siti istituzionali.

L’accesso civico deve essere utilizzato esclusivamente per la richiesta di documenti, informazioni o dati relativi ad attività di competenza degli uffici del Ministero della Salute, nei soli casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito internet.

Come esercitare il diritto

La richiesta di accesso civico è gratuita, non deve essere motivata e va presentata all'Ufficio relazioni con il pubblico - URP del Ministero della salute.

 

La richiesta può essere inviata tramite:

  • Posta ordinaria
    Ministero della Salute
    Direzione generale del  personale, dell’organizzazione e del bilancio
    Ufficio I - Affari generali, gestione documentale e relazioni con il pubblico
    Viale Giorgio Ribotta, 5 - 00144 Roma

    Scarica il modulo di richiesta accesso civico (formato doc, 29.5 Kb - formato odt, 13 Kb)

  • Posta elettronica
    Utilizzando il modulo di richiesta informazioni all'URP
    Durante la compilazione del form on line alla voce "Oggetto" selezionare il campo: Accesso civico

  • Sportello del Ministero della salute
    dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12
    presso la sede centrale del Ministero, Viale Giorgio Ribotta, 5 - ROMA

Il procedimento

Il Responsabile per la Trasparenza, dopo aver ricevuto la richiesta, la trasmette al Dirigente del Servizio Responsabile per materia e ne informa il richiedente. Il Dirigente, entro trenta giorni, pubblica nel sito web il documento, l'informazione o il dato richiesto e contemporaneamente comunica al richiedente l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale; altrimenti, se quanto richiesto risulta già pubblicato, ne dà comunicazione al richiedente e indica il relativo collegamento ipertestuale.

 

Ritardo o mancata risposta

Nel caso in cui il Dirigente responsabile per materia ritardi o ometta la pubblicazione o non dia risposta, il richiedente può ricorrere al Responsabile del potere sostitutivo.

 

Tutela dell'accesso civico

La tutela dell'accesso civico è disciplinata dal D.lgs 2 luglio 2010, n. 104.

Data di pubblicazione: 26 settembre 2013, ultimo aggiornamento 3 maggio 2016