Home / News e media - Notizie / Covid-19 e fumo: secondo l’Oms per i fumatori maggiore rischio di contrarre l’infezione

Covid-19 e fumo: secondo l’Oms per i fumatori maggiore rischio di contrarre l’infezione

immagine con sigaretta

Secondo l’organizzazione mondiale della sanità (OMS) i fumatori potrebbero avere un maggior rischio di contrarre la malattia COVID-19 rispetto ai non fumatori. La maggiore vulnerabilità all’infezione da nuovo coronavirus deriverebbe dall’atto stesso del fumo: le dita, ed eventualmente le sigarette contaminate, arrivano a contatto con le labbra, e questo aumenta la possibilità di trasmissione del virus dalla mano alla bocca.

I fumatori, inoltre, a causa del fumo possono anche avere già una malattia polmonare sottostante o una ridotta capacità polmonare e questo aumenterebbe notevolmente il rischio di sviluppare forme di malattia gravi, come la polmonite.

Per ulteriori informazioni 




Data di pubblicazione: 31 marzo 2020 , ultimo aggiornamento 31 marzo 2020


Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Stampa
  • Invia email

Tag associati a questa pagina

Argomenti correlati


.