Parere CNSA n. 18 - Valutazione del rischio da presenza di piombo in carni di cinghiale selvatico cacciato

A cura di Ministero della Salute, CNSA

Anno 2017

Abstract
La carne degli animali cacciati può avere contenuti di piombo più elevati rispetto alle carni di animali allevati, sia a causa delle abitudini di vita e alimentari di tali animali, sia, soprattutto, a causa dell'utilizzo di munizioni a base di piombo. L'impatto dato dalla carne di selvaggina sull'esposizione complessiva del consumatore generale è trascurabile. Può essere considerata a rischio, invece, la categoria dei cacciatori che consumano carni di selvaggina abbattuta utilizzando munizioni di piombo. Per tale categoria sarebbero opportuni interventi informativi sul rischio e sulle possibilità di contenimento

Download


Data di pubblicazione: 31 maggio 2017 , ultimo aggiornamento 2 maggio 2018