Parere CNSA n. 17 - Valutazione del rischio da Salmonella typhimurium ed enteritidis in carni fresche di anatra

A cura di Ministero della Salute, CNSA

Anno 2017

Abstract
La presenza di Salmonella thyphimurium ed enteritidis nella carne di anatra non rientra tra i criteri di sicurezza alimentare specificati nel Reg. (CE) n.2073/2005, tuttavia il potenziale zoonotico di tali salmonelle resta indiscusso, anche in considerazione del fatto che le modalità di utilizzo della carne di anatra e di pollame sono le stesse. Poichè l'eventuale contaminazione di carni di anatra con tali salmonelle rappresenta un rischio per la salute pubblica, se destinate al consumatore finale, indipendentemente dallo stato fresco o congelato delle carni stesse, la misura di gestione del rischio consiste nella disposizione dell'art. 14 del Reg. (CE) n.178/2002: Gli alimenti a rischio non possono essere immessi sul mercato

Download


Data di pubblicazione: 30 maggio 2017 , ultimo aggiornamento 2 maggio 2018